Cerca

l'intervista

Ostiantica, il presidente Pollidori "Ho un sogno, veder ridere e gioire i miei ragazzi"

Il numero uno bianconero commenta la difficile situazione attuale ed offre tutto il suo impegno per i giovani tesserati

17 Marzo 2021

Andrea Pollidori

Andrea Pollidori, presidente dell'Ostiantica

Momento di stop in casa Ostiantica con il presidente Andrea Pollidori che, in vista di una prossima ripresa, fa il punto della situazione. 

Questo momento non è facile e ne abbiamo già parlato ma le famiglie ad Ostiantica si sono sempre sentite supportate da una società presente in tutto e per tutto: puoi raccontarci da dove nasce questa filosofia e qual è il segreto per ottenere i risultati che sei riuscito ad ottenere in questi anni di tua gestione? "Dal mio arrivo ho sempre cercato di rendere questa società una vera e propria famiglia perché credo che l’unione faccia la forza. Non esistono bacchette magiche o segreti, l’unica certezza è che quando si lavora seriamente alla lunga i risultati arrivano e non posso che essere orgoglioso di aver potuto far crescere, passo dopo passo, l’Ostiantica ed il centro sportivo Aldobrandini".


Ci si augura che questa sospensione possa rappresentare l’ultimo momento di stop per i ragazzi che stanno sicuramente soffrendo molto: che messaggio vuoi lanciare ai ragazzi delle giovanili e della scuola calcio da presidente dell’Ostiantica? "Si, mi auguro davvero che dopo Pasqua si possa pian piano riprendere in modo totale. Ai ragazzi posso dire che noi ci siamo e ci saremo sempre per loro, vogliamo andare avanti e tornare al più presto alla normalità insieme a loro. Ne usciremo e posso dir loro di non arrendersi e non mollare perché siamo vicini alla fine di quest’incubo".


Non è semplice essere ottimisti ma rispetto a tante altre società che hanno chiuso da molti mesi l’Ostiantica prosegue a testa alta: conferma che restate a disposizione anche se a distanza per i tesserati con lo staff che continuerà a seguirli? "Nel corso degli anni abbiamo scelto sempre prima le persone perché crediamo che lo staff sia un elemento molto importante all’interno di una società. Il dg Massimiliano Di Giulio, con cui lavoro a stretto contatto, è sempre vigile sulla situazione per fare in modo che si possa sempre migliorare".


Sente di fare una promessa per il 2021? "Non voglio fare promesse ma ho un sogno: vedere ridere e gioire i ragazzi in una bella festa organizzata nei prossimi mesi al centro Aldobrandini, sarebbe bellissimo ritrovarsi tutti insieme e mi auguro che sia possibile farlo al più presto".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE