Cerca

l'intervista

Jem's, Mengoni: “Ora il nostro ruolo è ancora più importante”

L'istruttore degli Esordienti primo anno: “In questo periodo oltre che concentrarci nello sviluppo tecnico dobbiamo essere attenti anche e soprattutto sull’aspetto emotivo”

11 Aprile 2021

Jem's, Mengoni: “Ora il nostro ruolo è ancora più importante”

Stavolta a dare voce alla Jem's è Davide Mengoni, istruttore degli Esordienti classe 2009 e collaboratore della prima squadra femminile. Il tecnico ci racconta come lui e i suoi ragazzi stanno vivendo questo momento: “Questo che stiamo vivendo è un momento, come tutti sappiamo, molto particolare che porta in molti di noi paure ed incertezze, in particolar modo nei bambini di tutte le età e proprio per questo hanno bisogno di sentirsi amati e sostenuti. Il nostro ruolo è molto importante e dobbiamo cercare di non sbagliare perché le ore che i nostri ragazzi passano in campo sono le sole che riescono a farli evadere dalla quotidianità di tutti i giorni regalandogli una parvenza di normalità”. Mengoni spiega poi cosa è importante che un allenatore faccia per i suoi ragazzi soprattutto in un momento particolare come questo: “Allo stesso tempo in questo periodo oltre che concentrarci nello sviluppo tecnico dobbiamo essere attenti anche e soprattutto sull’aspetto emotivo. La miglior cosa secondo me è farli divertire, in quanto lo sport dal punto di vista sociale è molto importante, gli permette di potersi vedere e competere, anche se non possono stare vicini, toccarsi, abbracciarsi o spingersi. Comunicare con i bambini è fondamentale, bisogna far capire loro che questo non è tempo sprecato e che impareranno cose che magari non avevano potuto imparare in passato. L'obiettivo è accompagnarli pian piano non soltanto nel fare attività fisica ma nell'aver piacere di farla e distoglierli da questa vita diventata troppo sedentaria”. Mengoni chiude poi con un pensiero per i suoi ragazzi e la squadra femminile: “Concedetemi un pensiero per la nostra squadra di Eccellenza Femminile che tra una settimana inizierà il campionato, con l’augurio che possa essere da esempio a tutti, dimostrando come il calcio possa aiutare a superare questo momento. Per finire voglio mandare un messaggio ai miei ragazzi, ed è quello di pensare sempre a correre e giocare con la spensieratezza che accompagna i più piccoli e non perderla mai, portarla sempre con loro in ogni ambito della vita. Chiudo con una frase che mi piace molto e che racchiude la voglia di tutti noi di superare questo momento: Tireremo un calcio anche al coronavirus e vinceremo la partita”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE