Cerca

società

Cassino, Alessandro Vitagliano si dimette: per lui futuro nei prof?

Si separano le strade del club azzurro e del responsabile del settore giovanile, che in pochi anni ha portato l'agonistica dai Provinciali all'Elite

24 Aprile 2021

Cassino Vitagliano

Alessandro Vitagliano (Foto ©Cassino Soccer Academy)

Notizia dell'ultim'ora che scuote il Cassino: Alessandro Vitagliano non è più il responsabile del settore giovanile del club. Il dirigente ha rassegnato le proprie dimissioni dopo un percorso di quattro anni, in cui ha portato l'agonistica azzurra ai vertici del calcio laziale conquistando diverse categorie Elite e Regionali, partendo da una base di soli gruppi provinciali, così come aveva precedentemente fatto a Ceprano. È lo stesso Vitagliano ad annunciare la novità, che era nell'aria da qualche giorno, sul proprio profilo facebook: con ogni probabilità per l'ormai ex direttore del Cassino si apriranno le porte del professionismo, visto che le ultime indiscrezioni vorrebbero già diverse offerte pervenutegli, da società sia dal Nord che del Sud Italia, per guidare l'agonistica o l'area scouting. Nei prossimi giorni sono attese novità, intanto in casa Cassino si ragiona già sul suo sostituto. Di seguito il saluto di Vitagliano:

"Prima o poi sapevo che sarebbe successo. In questo periodo sto valutando il mio futuro professionale ed è per questo che alcuni giorni fa, in accordo con i vertici societari, ho rassegnato le mie dimissioni dal Cassino Calcio. Ho aspettato più di una settimana per comunicarlo ufficialmente sui social perché a Cassino lascio una parte del mio il cuore. Ringrazio la società che in questi anni mi ha sostenuto in tutto e per tutto, trattandomi come uno di famiglia. Al presidente Rossi va la mia gratitudine per la possibilità che mi ha dato in questi anni, facendomi crescere tantissimo e non facendo mai venir meno la sua fiducia nei miei confronti; è stato per me più di un Presidente e per questo che gliene sarò sempre riconoscente. Ringrazio mister Lillo, che per me è stato come un padre calcistico. Mi ha aperto la mente su tante cose aiutatandomi sempre nelle difficoltà. Ringrazio Riccardo Patini, Trani Paolo e Candelaresi Pino che per primi mi hanno contattato 4 anni fa per intraprendere il discorso con il Cassino Calcio dopo essere stato tanti anni al Ceprano Calcio. Ringrazio Mister Grossi e Mister Urbano per avermi preso in considerazione per i giovani che dovevano fare il salto dal settore giovanile alla prima squadra. Ringrazio il Segretario Coppola per la professionalità dimostrata in questi anni, l'addetto stampa Palmisano per le parole di elogio sempre avute nei miei confronti, il Vicepresidente Andrea Balsamo l'avvocato Pierluigi Palumbo, Gianni Ranaldi, Angelo Ferro, Marco Cerri, Carlo Di Rollo, Eugenio Evangelista, Luca Mancini il Cavaliere Riefoli il mister Di Prisco... Per ultimo ringrazio il mio compagno di viaggio Giuseppe Di Prete, con cui ho condiviso questo percorso di vita sportiva, che mi ha supportato e sopportato in questo viaggio, per me è stato più di un collega, è stato come un fratello. Auguro a lui che probabilmente prenderà il mio posto come responsabile del settore agonistico le migliori fortune perché lo merita, così come tutta la società. Mi sento di ringraziare ognuno dei dirigenti o addetti ai lavori della società, allenatori e ragazzi che hanno permesso di fare grande il settore giovanile del Cassino, chiedendo scusa se ho dimenticato qualcuno. Cosa lascio? lascio un settore giovanile tra i più forti del panorama calcistico, lascio tante vittorie , tanti ragazzi che attraverso il nostro lavoro hanno avuto possibilità di andare nei professionisti, lascio tantissime persone a cui voglio bene e tanti ragazzi che adoro e che ho sempre trattato come dei figli. In questo momento sto valutando il mio futuro che ancora non so quale sarà ma mi sembrava giusto avvisare per tempo come ho fatto che il mio rapporto con il Cassino Calcio era chiuso (non nascondendo mai le mie intenzioni di crescere professionalmente) per motivazioni strettamente personali. Altre parole non riesco a trovarle perché credetemi a Cassino lascio un pezzo del mio cuore ma la vita va avanti ed io devo realmente decidere cosa fare da grande. Grazie a tutti sarete sempre.parte del mio cuore".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE