Cerca

l'intervista

Claudio Pacolini: "Il Comitato rifletta con i club sulle soluzioni migliori"

L'analisi del presidente del Fiano Romano: "Due fasce d’età potrebbero trovarsi in grande difficoltà, ovvero i classe 2003 e i 2008"

12 Maggio 2021

Fiano Pacolini

Fiano Romano, il presidente Claudio Pacolini (Foto ©Facebook)

Continuiamo a dar voce ai settori giovanili dilettantistici del nostro calcio regionale, facendo tappa stavolta in casa Fiano Romano. Queste le parole del presidente Claudio Pacolini, che esordisce esprimendo tutta la sua gioia per la ripresa degli allenamenti collettivi anche per giovanili e scuola calcio, consentiti dal nuovo decreto del 26 aprile nelle regioni in zona gialla: "La reazione è stata chiaramente bellissima sia da parte della società che soprattutto dei ragazzi. Sono stati mesi difficili per loro, però sono sempre stati presenti e di questo non possiamo che esserne orgogliosi. Noi abbiamo messo il massimo impegno per rispettare i protocolli e far allenare tutti nella massima sicurezza, per fortuna non abbiamo avuto problemi di Covid e le risposte sono state ottime sia a livello di presenze che di impegno. Ovviamente le sedute individuali erano diverse ed è stata una grande emozione, da due settimane, vedere i ragazzi felici nel riprendere gli allenamenti collettivi". Ora si attendono ulteriori novità da parte degli organi competenti per quanto riguarda la possibilità di disputare amichevoli e tornei. A tal proposito, in settimana già c'è stata una comunicazione importante della Federazione riguardante l'attività di base, che fa ben sperare: "Io spero che al più presto si possa ripartire anche con amichevoli e tornei, questi ragazzi hanno tanta voglia di tornare ad assaporare le emozioni della partita e per loro sarebbe molto importante innanzitutto a livello psicologico e morale, dopo tanti mesi difficili. Già c'è stato un comunicato da parte della FIGC per quanto riguarda l'attività di base, questo è un importante primo passo e speriamo che si continui su questa strada - spiega - Riprendere i campionati invece secondo me sarebbe troppo complicato a livello di tempistiche, visto che siamo ormai già quasi a metà maggio. La soluzione migliore penso sia quale di ripartire con amichevoli e tornei, per prepararci poi nel migliore dei modi alla prossima stagione". Pensando appunto alla prossima stagione, secondo il presidente rossoblù sarà importante il dialogo fra Federazione e club, per venire il più possibile incontro a questi giovani ormai fermi da più di un anno: "Diciamo che ci sono due fasce d'età che secondo me potrebbero trovarsi in maggiore difficoltà, penso soprattutto ai classe 2003 e 2008. I primi perché rischierebbero di essere buttati nella mischia come Under di prime squadre in campionati per cui magari non sono ancora pronti, i secondi perché si troverebbero ad affrontare una competizione agonistica avendo avuto pochissime possibilità di abituarsi al campo a 11. Penso che siano necessarie delle riflessioni da parte della Federazione, confrontandosi magari con noi società, per trovare le soluzioni migliori nel bene dei ragazzi". Per concludere, Pacolini ci svela grandi novità in Via Tiberina, che mirano alla continua crescita del progetto: "Noi come società quest'anno abbiamo deciso, nonostante purtroppo l'avvento della Pandemia, di continuare ad investire sempre di più nel nostro percorso di crescita, partendo dalla prima squadra fino ad arrivare al settore di base. Stiamo migliorando tutte le infrastrutture, dai campi agli spogliatoi, ed abbiamo apportato degli innesti importanti nel quadro dirigenziale dell'agonistica. Abbiamo preso infatti Daniele Lorenzetti come direttore sportivo e Giorgio Maggese per ricoprire il ruolo di responsabile scouting, con Claudio Demofonte che rimane sempre come responsabile generale. Per quanto riguarda la scuola calcio invece, confermatissimo Luca Ciriaci che ha fatto davvero un grandissimo lavoro come responsabile, sotto tutti i punti di vista. Abbiamo chiuso anche un importante accordo di partnership con Frankie Garage, sempre all'interno di questo percorso di crescita che portiamo avanti con massimo impegno e passione". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE