Cerca

l'intervista

Fabrizio Pascucci: "Situazione recuperabile, noi stiamo già programmando"

Il punto del presidente del Pro Roma: "Il prossimo futuro preoccupa molti, ma bisogna pensare positivo ed essere pronti"

12 Maggio 2021

Pro Roma Pascucci

Fabrizio Pascucci, presidente del Pro Roma (Foto ©Paolo Lori)

Fabrizio Pascucci, presidente del Pro Roma, ha parlato con noi delle problematiche attraversate nell’ultimo anno, che sembrano giungere timidamente verso una risoluzione. Ogni società ha dovuto fare i conti con diversi ostacoli e molteplici preoccupazioni, la prima su tutte è il futuro dei giovani atleti, tra coloro che stanno abbandonando ed altri che dovranno fare i conti con il cambio di categoria, con una manciata di partite negli ultimi 13 mesi. Pascucci in merito si è espresso così: "Il periodo è stato complicato per tutti, continuare ad allenarsi con costanza non è sato facile, e per giunta l’indisponibilità degli spogliatoi nelle stagioni fredde ci ha fatto saltare qualche allenamento, e non era certo scontato che si riuscisse a recuperarli in altri giorni. Pensare al futuro del calcio dilettantistico desta preoccupazioni in molti, ma sinceramente credo che la situazione sia ancora del tutto recuperabile, appena si potrà tornare a pieno regime infatti i ragazzi saranno sicuramente contenti di farlo, e parlandoci già si sente ad oggi la loro nostalgia di calcio e l’entusiasmo con cui sono pronti a ripartire, gli manca tanto il gioco, le emozioni di una partita e soprattutto il pensiero di dover preparare una vera gara. Per aiutarli nella crescita si è parlato dell’inserimento di Under 13 e 18, ma non mi sembra una grande idea, non credo che una cosa del genere avrebbe significato". A proposito di ripartire, si è proposta l’apertura ai test match per le giovanili. Queste le impressioni del presidente: "Sarebbe utile riprendere a fare i test match e le amichevoli, insieme ai tornei di fine stagione, ed a tal proposito infatti stiamo aspettando indicazioni dalla Federazione per tornare al più presto a confrontarci con realtà al di fuori della nostra". Pascucci poi ci ha parlato di come l’emergenza è stata gestita tra le mura del Pro Roma, la cui prima squadra milita in eccellenza, pertanto nell’ultimo anno ogni settore della società ha dovuto pazientare, tra cambi di colore nel Lazio e luci in fondo ad un tunnel che tutt’oggi non è ancora stato attraversato: "Abbiamo affrontato il periodo cercando di fare del nostro meglio per quanto riguarda il lavoro a distanza. Era fondamentale rimanere vicino ai ragazzi per quanto possibile, e ci siamo riusciti anche grazie ai nostri tecnici ed ai due direttori, che hanno organizzato delle sedute online sul lavoro atletico, ottenendo anche una buona risposta da parte dei nostri giocatori. L’abbandono del calcio e dello sport in generale è un problema più grande tra i ragazzi di fascia più alta, quindi Juniores, con loro bisognerà lavorare con la massima attenzione finché la situazione lo richiederà". Infine, Fabrizio Pascucci ha provato a guardare ai prossimi mesi ed alla prossima stagione, per quanto possibile, con ottimismo, parlandoci anche dei prossimi programmi del Pro Roma: "Bisogna pensare positivo per la prossima stagione, speriamo che si possa cominciare un campionato normale e concluderlo senza altri colpi di scena, un campionato ricco di competizione e soprattutto giocato in salute e in sicurezza, perché serve comunque tenere alta la guardia e l’attenzione. Noi ci stiamo organizzando per la prossima stagione, a breve andremo ad ufficializzare tutti i nostri programmi futuri, e per i bambini della scuola calcio stiamo offrendo due mesi gratuiti (maggio e giugno), per chiunque voglia giocare con noi tra i 2008 e i 2015". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni