Cerca

l'intervista

Scrocca: "Programmiamo sperando che nel 2021/22 non ci siano problemi"

Il giovane responsabile del settore giovanile del Villalba Ocres Moca: "Conquistare l'Elite con le categorie mancanti sarebbe una grande soddisfazione"
 

08 Luglio 2021

Villalba Scrocca

Fabrizio Scrocca, responsabile del settore giovanile del Villalba Ocres Moca

Neanche il tempo di concludere una stagione così particolare come questa, che è già tempo di mettersi al lavoro per quella che sarà la prossima annata, ovviamente con la speranza di un ritorno alla normalità. Lavoro e programmazione che procedono nel migliore dei modi in casa Villalba Ocres Moca, come ci confermano le parole di Fabrizio Scrocca, responsabile del settore giovanile del club di Via Pantana: "L'augurio e l'obiettivo per tutti penso sia quello di tornare un po’ indietro nel tempo al 2019, quando l'attività calcistica proseguiva senza problemi sanitari ed intoppi vari come accaduto lo scorso anno. Speriamo davvero che si possa tornare alla normalità ed a campionati che inizino e finiscano senza problemi. Noi stiamo lavorando in vista della prossima stagione basandoci su questa speranza, come fatto anche la scorsa estate, e ci auguriamo che questa volta vada tutto nel migliore dei modi per quanto riguarda la questione del virus. In questi giorni abbiamo definito l'intero organigramma tecnico ed i vari staff dei diversi gruppi, poi nel mese di luglio si partirà con i tesseramenti ed andremo così a formare le varie squadre". Tra gli obiettivi principali che si pone di raggiungere il club rossoblù per quanto riguarda il settore giovanile, c'è sempre innanzitutto quello di vedere i propri calciatori arrivare a giocare in prima squadra. In tal senso, nel campionato che si è da poco concluso, sono arrivate molte soddisfazioni: "L'obiettivo principale per noi a livello di settore giovanile resta sempre quello di formare più ragazzi possibili che possano arrivare a disputare il campionato di Eccellenza con la nostra prima squadra. Nella stagione appena conclusa abbiamo raccolto i frutti di un lavoro che va ormai avanti da diversi anni ed è stato bellissimo. Per tutta la società è un grandissimo motivo d'orgoglio vedere ragazzi che sono cresciuti qui nel nostro ambiente arrivare a vestire la maglia rossoblù in prima squadra, ci porta sempre grande gioia. C'è da dire che la formula particolare con cui è stato strutturato il campionato dopo la ripartenza, con il blocco delle retrocessioni, probabilmente è andata a favorire l'esordio di giovani calciatori con i grandi. Per quanto riguarda i nostri ragazzi però, penso che era un percorso che avrebbero fatto comunque molto presto, probabilmente si sono solo accorciati i tempi". Dal punto di vista dei risultati sportivi, il Villalba Ocres Moca può già vantare ben tre categorie in Elite e due nei Regionali, frutto di un ottimo lavoro che va avanti da anni. Riuscire in futuro ad avere tutte le compagini nei campionati Elite sarebbe indubbiamente un bel traguardo: "Abbiamo tre compagini in Elite e due nei Regionali. Riuscire a conquistare la massima serie giovanile regionale con tutte le categorie sarebbe senza dubbio una bella soddisfazione e l'ulteriore coronamento di un percorso che, come dicevo prima, abbiamo iniziato ormai da diversi anni. Sicuramente si tratterebbe di un traguardo che ci porterebbe dei benefici anche nell'allestimento delle rose perché darebbe ulteriore lustro alla nostra società. Avremmo un appeal ancora maggiore verso i ragazzi da portare da noi ed allo stesso tempo tutti i nostri migliorerebbero sempre di più, confrontandosi con i migliori. Insomma ci farebbe molto piacere ma, come detto in precedenza, il nostro obiettivo primario rimane il percorso di crescita dei ragazzi". Per concludere, Fabrizio Scrocca si esprime su quanto sia importante la presenza di una prima squadra in Eccellenza che dia spazio ai giovani del proprio vivaio, come accade appunto al Villalba: "Sicuramente avere una prima squadra in Eccellenza è un fiore all'occhiello di fondamentale importanza. In questo senso ci sono almeno due-tre ragazzi che hanno fatto l'intero percorso qui da noi, partendo dalla scuola calcio e passando per il settore giovanile, fino ad arrivare alla prima squadra. Questo significa che i ragazzi che vengono da noi, sia nell'agonistica che nella scuola calcio, sanno che potranno fare un bel cammino qui come accaduto per esempio a Davide Pulci, Alessandro Ranieri e Luca Bartucca".
 
 
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE