Cerca

L'intervista

Simone Corino: "Mettiamo i ragazzi nelle migliori condizioni per giocare"

Il direttore sportivo dell'Ottavia: "Basandoci sempre sulle nostre idee possiamo perseguire il percorso di miglioramento e toglierci diverse soddisfazioni"

01 Agosto 2021

Ottavia Corino

Simone Corino (Foto ©Ottavia)

Simone Corino, direttore sportivo ed allenatore Under 17 dell’Ottavia, ci ha parlato di come la società biancoblù si sta preparando per la prossima stagione: “Per quanto riguarda il settore giovanile, l’Under 14 sarà per tutti un’esperienza particolare, hanno fatto poche partite a 9 negli ultimi 2 anni e bisognerà lavorare in modo mirato per inserirli bene nell’agonistica, ma in ogni caso già siamo contenti di avere una buona parte di ragazzi che vengono dalla scuola calcio. Emanuele Girini allenerà il gruppo, li conosce bene e conosce la categoria, siamo fiduciosi che possano crescere e fare l’esperienza che gli è mancata. L’Under 15 sarà seguita da Matteo Galassi, ha molta esperienza nella Scuola Calcio e quest’anno gli daremo fiducia nella categoria Giovanissimi Elite, abbiamo deciso di variare la rosa e inserire qualche nuovo innesto che potrà sicuramente aiutare. I 2006 di Alessandro Arnese hanno ottima qualità, abbiamo mantenuto gran parte del blocco aggiungendo qualcosina per rifinire la rosa, e per i 2005, il mio gruppo, vale lo stesso discorso. Ciò che più ci ha dato soddisfazione è la fiducia delle famiglie e dei ragazzi, aver avuto la conferma di quasi tutti i giocatori dopo due stagioni così difficili è molto significativo. Nella Juniores gli allenatori sono stati confermati, mentre Mister Fulvimario che l’anno scorso stava con i 2004, sarà l’allenatore in seconda della prima squadra. Per completare il quadro, Lo scorso anno causa Covid nella Scuola Calcio abbiamo avuto un po’ di assenze, ora però abbiamo un numero molto alto di iscrizioni, e confermare 12 ragazzi dalla scuola calcio ai Giovanissimi per noi è motivo di orgoglio, e va dato merito al Mister Fabio Tagliacozzo, come a Gianfranco Guadagnoli responsabile della Scuola Calcio. I nostri obiettivi? Sulla Juniores posso dire che vogliamo assolutamente prepararli al meglio per esordire in Eccellenza, per quanto riguarda i gruppi, l’idea è di inseguire comunque dei risultati senza trascurare la loro crescita, cercheremo di mantenere la categoria con i Giovanissimi, mentre con gli Allievi l’obiettivo è essere nella parte alta della classifica a dare fastidio alle favorite, dobbiamo essere una squadra “rognosa”, proporre un certo tipo di calcio e cercare di dare il massimo.” Corino ci ha poi parlato di come l’Ottavia affronterà la preparazione dopo tanto tempo lontano dal campo: “Con tutte le categorie appena ci hanno dato il via libera abbiamo cercato di fare più amichevoli possibili, e faremo un lavoro di preparazione particolare per riattaccare subito la spina, vogliamo subito mettere i ragazzi in condizione di giocare al meglio per l’inizio del campionato. Dal punto di vista psicologico siamo fortunati perché il Mister della prima squadra ha puntato da subito sui ragazzi, e questo sicuramente li aiuta. I 2008 hanno ancora tanti anni di calcio davanti, per chi passa nella categoria Juniores sarà più difficile magari, si riusciranno ad attenuare le difficoltà lavorando in maniera particolare, ma forse nel lungo periodo si soffrirà un po’ di più per la poca esperienza tra gli Allievi, avranno un passaggio molto rapido e non sarà semplice. Ad ogni modo anche loro faranno il ritiro con la prima squadra, e questo gli farà più che bene. Sulla ripresa delle competizioni, credo che andremo di pari passo con ciò che succederà nelle scuole: se si supereranno quelle due settimane in cui i ragazzi tornano a scuola senza problemi, anche noi potremo essere più tranquilli, inoltre abbiamo visto come questo virus nei campi di calcio sia più debole se vengono rispettate le normative di sicurezza.” Infine, il DS biancoblù ricorda la fiducia del presidente, lasciando un augurio per la stagione dell’Ottavia: “L’anno scorso il presidente mi ha chiamato dandomi una carica importante da dirigente oltre che da allenatore, non è stato un anno facile ma abbiamo lavorato per bene, e sono felice di avere un gruppo di allenatori che mi ha reso più semplice il ruolo da DS. Adesso, basandoci sulle nostre idee e sul lavoro quotidiano possiamo continuare a crescere e toglierci diverse soddisfazioni.”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni