Cerca

l'intervista

Giuseppe Sanchietti: "Creato un polo nella zona, vogliamo essere un riferimento"

Il presidente della Pro Calcio Aurelio: "A Roma siamo gli unici a svolgere l’attività su tre centri a distanza ravvicinata"

01 Agosto 2021

PC Aurelio Sanchietti

Giuseppe Sanchietti, presidente della Pro Calcio Aurelio

Due realtà uniscono le forze nel quadrante ovest di Roma per dare vita ad un polo che possa presto diventare un punto di riferimento importante. Giuseppe Sanchietti, presidente della Pro Calcio Aurelio, ci ha rivelato alcune novità riguardo la prossima stagione e ha fatto una panoramica su obiettivi ed aspettative per l’annata che verrà oltre chiaramente a spendere alcune parole riguardo quest’ultimo difficilissimo anno. Il presidente esordisce così: "L’ultima stagione è stata complicatissima sia per la scuola calcio che per il settore giovanile, infatti allenarsi senza poi giocare nessuna partita la domenica non era facilissimo ma fortunatamente a fine anno abbiamo ottenuto molti riscontri riuscendo ad avere almeno venti ragazzi in ogni categoria. La partecipazione c’e sempre stata ad ogni livello fortunatamente, partendo dalla scuola calcio fino ad arrivare alla prima squadra, segno di un lavoro che comunque è stato fatto molto bene, purtroppo non ci sono stati i riscontri del campo a causa dello stop forzato al quale noi, così come tutte quante le società abbiamo dovuto far fronte. Verso la fine di questa stagione, noi del Real Aurelio abbiamo fatto una fusione con la Pro Calcio Italia per andare a creare la Pro Calcio Aurelio: operiamo ora su tre circoli, il primo è il Don Calabria dove già prima si allenava e lavorava l’Aurelio, al campo Sbardella del Tanas e allo Yabemi tra Battistini e Boccea. Faremo scuola calcio su tre circoli invece il settore giovanile si allenerà totalmente al Don Calabria visto che l’Aureliantica non c’è più e ora ci saremo noi insieme a Fabrizio Stazi con questa nuova società, prima squadra e juniores invece giocheranno allo Sbardella. Più che una società è un vero e proprio polo calcistico, nel territorio capitolino infatti nessuna società ha tre centri calcistici in uno spazio così ristretto per poter dividere al meglio le arie categorie". Sanchietti prosegue poi analizzando le aspettative per il settore giovanile: "Ora è arrivato anche il momento di ottenere i risultati sul campo prendendo diverse categorie, abbiamo i regionali con gli Under 15 e la Juniores e tutte le altre categorie con i provinciali. I gruppi sono praticamente tutti pronti al 90% per l’inizio della prossima stagione, già formati e già sono arrivati anche i ragazzi nuovi, non nascondiamo quindi a voglia di cercare di conquistare più categorie regionali possibili. Con gli Under 16 ci sono stati alcuni problemi perciò si è deciso di mettere in atto una mini rivoluzione e di rifondare il gruppo con moltissimi nuovi innesti. Come detto l’Under 19 militerà nel campionato regionale e si cercherà di ottenere qualcosina in più rispetto ad un mantenimento della categoria che è l’obiettivo minimo. Tra il mister della Juniores, Calà, annunciato circa una settimana fa e il mister della prima squadra c’è un ottimo rapporto di collaborazione e molta sinergia per cercare anche di far salire alcuni ragazzi 2002 in Prima Categoria e di valorizzare al meglio i giovani. La prima squadra potrà contare anche in rosa di molti calciatori di esperienza che negli anni precedenti hanno calcato anche i campi di eccellenza e promozione, anche quest’anno si erano trovati molto bene tra loro ma purtroppo non hanno potuto ottenere alcun risultato a causa di questa chiusura forzata, nonostante però l’assenza di partite nei fine settimana il gruppo è riuscito a mantenersi coeso anche grazie alla società per questo sono stati tutti riconfermati per quanto concerne la prima squadra". Al termine della sua intervista patron Sanchietti ci tiene a sottolineare una cosa importantissima per la sua società: "Saremo la squadra di riferimento del quartiere Aurelio grazie a tutti e tre i circoli che possediamo a distanza così ravvicinata ovvero come già detto lo Sbardella dove agiranno prima squadra e juniores, lo Yabemi tra Battistini e Boccea e il Don Calabria dove si allenerà tutto il settore giovanile, per cui punteremo ad essere la società cardine di tutto il quartiere anche grazie all’importante collaborazione con Fabrizio Stazi nata dopo l’affiliazione con la Pro Calcio Italia".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni