Cerca

l'intervista

Sergio Moriggi: "Sarà il campo a dire dove abbiamo lavorato meglio"

ll neo direttore tecnico della Pro Calcio Tor Sapienza: "Daremo il massimo, soddisfatto di come sono state allestite le squadre"

31 Luglio 2021

PC Tor Sapienza  Moriggi

Sergio Moriggi, neo direttore tecnico gialloverde (Foto ©Pro Calcio Tor Sapienza)

Un’altra stagione si è conclusa, la seconda da quando il virus condiziona tutto il movimento calcistico e, più in generale, le nostre vite. Per i ragazzi che non hanno potuto disputare partite ufficiali durante questo anno e mezzo di interruzione forzata, la Coppa Lazio che si è giocata nei mesi pre-estivi ha significato molto dal punto di vista mentale e motivazionale. Si è intravista una luce in fondo a quel maledetto tunnel, una boccata d’aria per tutti i giovani calciatori e gli addetti ai lavori. Il neo direttore tecnico della Pro Calcio Tor Sapienza, Sergio Moriggi, fornisce una sua analisi complessiva dell’annata 20/21: "Il bilancio di quest’anno è positivo perché, nonostante si sia giocato poco a causa della pandemia, i nostri tecnici hanno svolto un ottimo lavoro sul campo, spronando i ragazzi a livello psicologico per fare in modo che continuassero a divertirsi in allenamento. Il vero obiettivo era quello di non fare qualsiasi cosa per non permettere ai ragazzi di disamorarsi del calcio". Esordisce in questi termini l’ex Dabliu e ora, per la società gialloverde, è già tempo di pianificare ciò che verrà, con entusiasmo e ambizione di evolversi e conquistare grandi risultati. Icona di questo pensiero, ci racconta il direttore Moriggi, è la numero uno del club, la presidentessa Valeria Armeni: "Lei è la vera colonna portante di questa società, sempre vogliosa e determinata, è un fiume in piena e aggiorna i progetti continuamente per migliorare la Pro Calcio. Ha inserito una figura nuova e importante per la scuola calcio come Simone Fabio, che sarà il responsabile metodologico, segnale di quanto sia attenta allo sviluppo a 360 gradi del club". La progettualità è fondamentale per ogni società che voglia affermarsi nel mondo calcistico giovanile, per offrire ai propri ragazzi una struttura ed un personale sempre all’altezza, in funzione del raggiungimento di obiettivi di alto livello. E’ proprio Sergio Moriggi a determinare quella che sarà la linea guida di tutto il settore giovanile per la stagione 21/22: "Il nostro obiettivo per la prossima stagione è quello di fare bella figura in tutti i campionati, di raggiungere il massimo delle possibilità con tutte le categorie, senza traguardi obbligatori da dover rispettare. Puntiamo a migliorare i nostri ragazzi col lavoro sul campo e, se saremo bravi, i passi avanti porteranno anche i risultati sul campo". Come asserito anche da Moriggi, a quest’età la crescita del giovane non può essere negoziata con nessun altro tipo di traguardo. E’ incredibilmente importante che i ragazzi possano esprimere le loro qualità e, per far questo, sicuramente la figura dell’allenatore assume un ruolo determinante. Nel momento in cui si instaura un clima di fiducia tra tecnico e i suoi ragazzi tutti tirano fuori il loro meglio e, di conseguenza, emergono le qualità di ognuno. Relativamente al rispetto di tale punto cardine, un mix di cambiamenti e grandi conferme è stata l’opzione scelta per la guida tecnica dell’intero settore giovanile: "Per quanto riguarda l’agonistica, ci saranno altre new entry come Mauro Scaccia per l’Under 19, Daniele Gosti per l’Under 14 e mister Alessio Mecarelli che, coadiuvato da un altro tecnico che è Francesco Cannizzo, prenderanno la guida dell’Under 16. Confermatissimo è mister Di Luigi che siederà sulla panchina dell’Under 15, mentre Daniele Bramante allenerà l’Under 17". Tra non molto, nella speranza che la diffusione del virus lo permetterà, sarà già tempo di tornare in campo, di ricominciare a vedere questi ragazzi offrire le loro gesta sul prato verde, con passione e dedizione nel lavoro settimanale. La Pro Calcio vuole essere protagonista nelle diverse categorie e confermarsi, come nel recente passato, una delle migliori società a Roma. Moriggi si dice convinto dell’operato che ha svolto, con la partecipazione del Responsabile del Settore Giovanile: "Sono soddisfatto del lavoro che insieme ad Alessio Iannuccillo abbiamo effettuato nella costruzione delle squadre. Non c’è una di queste sulle quali puntiamo particolarmente, sarà il campo a dire dove avremo lavorato meglio".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni