Cerca

L'Intervista

Villalba Ocres Moca, parla Andrea Carrarini: "La parola d'ordine è lavorare"

Il tecnico rossoblù parla del girone in cui sono stati inseriti, del gruppo a sua disposizione e di quelli che sono gli obiettivi stagionali

02 Settembre 2021

Andrea Carrarini, tecnico del Villalba Ocres Moca

Andrea Carrarini, tecnico del Villalba Ocres Moca

Come anticipato nell’analisi dei gironi, il raggruppamento C della categoria U19 Elite, almeno sulla carta, è quello dal livello più alto. Sono tante le società che vorranno dire la loro e di questo ne è consapevole anche mister Andrea Carrarini del Villalba Ocres Moca: "L’U19 Elite è uno dei campionati più importanti del panorama calcistico laziale e italiano e offre una notevole visibilità. Proprio per questo è da considerarsi come un campionato difficile dove la differenza la faranno i dettagli". Il tecnico della società di Guidonia ha le idee chiare, nessun obiettivo a lungo termine, il giorno più importante è sempre quello successivo: "Nel corso degli ultimi anni il livello si è alzato sotto tutti i punti di vista e in questa categoria c’è il top. La nostra parola d’ordine è una: lavorare. Ogni giorno lavoriamo sui dettagli perché saranno loro a far la differenza. Il nostro obiettivo è pensare step by step, allenamento dopo allenamento e partita dopo partita. Non andiamo con la testa troppo in là, altrimenti rischiamo di perdere la strada giusta. – continua poi l’allenatore - La nostra rosa in parte è stata confermata e in parte è stata implementata. La società ha lavorato bene e abbiamo preso i profili che ci servivano, sono soddisfatto, ma sono anche consapevole che non basterà avere una rosa all’altezza, come detto in precedenza a fare la differenza sarà la cura dei dettagli e il lavoro. Ho la fortuna di avere dei ragazzi con una grande mentalità e che vogliono diventare dei giocatori veri". Carrarini poi conclude analizzando il girone e dicendoci cosa per lui potrebbe spostare l’ago della bilancia durante la stagione: "Il girone è complicato, ci sono tante squadre forti. Se vogliamo dire una favorita, almeno sulla carta, possiamo parlare della Tor Tre Teste, ma ci sono squadre come il Giardinetti, l’Audace, il Sora, tutte società di livello. Inoltre, l’U19 è un campionato che può essere condizionato dagli under che scendono dalle prime squadre. Senza dubbio le partite verranno decise anche dagli under che scendono, ma noi abbiamo il dovere di preparaci bene e nel dettaglio, e lo stiamo facendo. La strada è lunga ma il percorso è quello giusto".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE