Cerca

L'Intervista

Trastevere, Stirpe: "Qui c'è grande ambizione, ho tanta sintonia con la società"

Il tecnico parla del suo approdo in amaranto, del lavoro svolto fino ad ora con la squadra e degli obiettivi per questa stagione

09 Settembre 2021

Armando Stirpe, tecnico del Trastevere (Foto ©Del Gobbo)

Armando Stirpe, tecnico del Trastevere (Foto ©Del Gobbo)

Armando Stirpe è pronto ad affrontare la sua prima stagione come allenatore dei classe 2005 del Trastevere, club dove si è ambientato già nel migliore dei modi: "Devo dire che questi primi due mesi sono stati davvero molto positivi a livello di sensazioni e di competitività dell'ambiente da parte di ogni elemento. C'è grande ambizione e gran voglia nel preparare gruppi importanti, anche perché gli Allievi sono una categoria in cui il Trastevere negli ultimi anni ha sempre fatto bene. C'è stata subito sintonia con la società sotto ogni aspetto e di questo non posso che essere contento". L'allenatore amaranto fa poi un bilancio del lavoro svolto fino ad ora con la squadra: "Abbiamo cominciato il ritiro il 23 agosto, con una settimana molto intensa anche con doppie sedute. La squadra mi sembra disponibilissima al lavoro, i ragazzi sono molto motivati e stiamo insistendo per creare una giusta mentalità. Hanno capito tutti quello che significa fare calcio in un club importante come questo". Nonostante le poche settimane di lavoro insieme, il gruppo è già molto unito: "La squadra è per più di metà nuova, l'amalgama è un qualcosa che abbiamo già creato in ritiro, era uno dei nostri obiettivi e ci siamo riusciti. Il gruppo di coloro che già erano qui ha accolto al meglio i volti nuovi, tra cui molti già si conoscevano. Sono particolarmente soddisfatto della sintonia che già vedo all'interno del gruppo, vedo i ragazzi che stanno bene insieme e che portano sul campo una sana competizione interna". Per concludere, Stirpe si esprime sugli obiettivi stagionali: "L'obiettivo è principalmente legato alla preparazione del singolo giocatore e di un gruppo in grado di poter costituire un'ossatura importante per la Juniores del prossimo anno e magari anche per la Prima Squadra. All'interno del gruppo ci sono poi individualità molto importanti, che noi speriamo di riuscire a valorizzare anche in ottica Professionismo. Per quanto riguarda l'aspetto dei risultati invece, ovviamente daremo sempre il massimo per fare bene. Al momento è complicato parlare di classifica, quando usciranno i gironi avremo un quadro più chiaro".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE