Cerca

Shalom Cup

Le emozioni di Bryan Angustia Polanco: "Esperienza che porterò sempre nel cuore"

Le parole del difensore del Savio, fresco campione alla Shalom Cup con la Rappresentativa Nazionale Under 17 di Calogero Sanfratello 

14 Settembre 2021

Bryan Angustia Polanco, difensore del Savio vincitore della Shalom Cup con la Rappresentativa U17 LND

Bryan Angustia Polanco, difensore del Savio vincitore della Shalom Cup con la Rappresentativa U17 LND

Tra i quattro calciatori della nostra regione che si sono recentemente laureati campioni della Shalom Cup, c'è anche Bryan Angustia Polanco, roccioso difensore del Savio. È proprio lui a ripercorrere insieme a noi tutte le tappe di quest'esperienza, partendo dalla chiamata ricevuta fino ad arrivare al trionfo finale: "Quando ho ricevuto la convocazione sono stato contentissimo ed orgoglioso. È stata un'esperienza fantastica, che mi ha permesso di conoscere ragazzi provenienti da tutta Italia, ho legato subito con ognuno di loro e mi sono trovato alla grande sia con loro che con l'intero staff tecnico. Il gruppo si è amalgamato subito alla grande, fin dal primo giorno, e questo secondo me è stato un aspetto molto importante per arrivare alla conquista della coppa". Entrando poi più nello specifico dei match, Polanco ci racconta delle sensazioni provate nel fronteggiare compagini professionistiche come Juve Stabia, Crotone e Napoli: "Le emozioni sono state forti perché non capita tutti i giorni di affrontare formazioni professionistiche. È bello misurarsi con loro perché ti permette di valutare il tuo livello e di capire magari dove andare a migliorare per arrivare appunto al professionismo. Si cerca anche di rubare qualcosa con gli occhi per crescere sempre". Il difensore classe 2005 non ha mai iniziato da titolare in questa Shalom Cup, ma è stato bravo a farsi trovare sempre pronto quando chiamato in causa, entrando con il piglio giusto e dando un contributo importante alla squadra: "Partendo dalla panchina un po’ ci rimani male, però bisogna capire che essendo in una Rappresentativa Nazionale sei con i migliori e quindi può capitare di iniziare fuori. Dal canto mio ho sempre dato il massimo in allenamento per dimostrare le mie qualità al mister e fargli capire il contributo che potessi dare. Quando sono stato chiamato in causa ho messo tutto in campo per aiutare la squadra, sono orgoglioso di aver fatto parte di questo gruppo". Un'esperienza come questa, oltre alla grande soddisfazione per la conquista della coppa, sicuramente può dare tanto in termini di crescita personale: "Lo staff tecnico è stato fantastico, ci aiutava a comprendere al meglio i nostri errori ed a migliorare i nostri punti deboli. Ho imparato tante cose nuove, dunque penso che sia stata un'esperienza molto formativa e utilissima per il prosieguo della mia carriera. Me la porterò sempre dentro". Arrivano poi le parole al miele del difensore per la sua società, il Savio, che ha recitato chiaramente un ruolo molto importante nel raggiungimento di questo traguardo: "Il Savio è una grandissima società ed in cui mi trovo alla grande, se sono riuscito a ricevere la convocazione per prendere parte a questa spedizione vincente è merito anche loro. Partendo dalla società fino ad arrivare ai miei compagni, mi sono sempre stati tutti vicini dandomi un gran sostegno. Dopo questo successo ora sono pronto a tuffarmi in una nuova stagione con la maglia blues, abbiamo un gran gruppo e penso che potremo toglierci belle soddisfazioni insieme". In chiusura, non può mancare un sentita dedica da parte di Bryan: "Questa vittoria la dedico alla mia famiglia, che mi ha sempre sostenuto permettendomi di coltivare al meglio la mia passione per il calcio".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni