Cerca

L'intervista

Polisportiva Carso, parla il ds Screti: "Obiettivo salvezza e giovani nei Prof"

Il direttore sportivo biancazzurro delinea il progetto della società analizzando il livello delle squadre a poche settimane dall'inizio dei campionati

15 Settembre 2021

Massimo Screti

Massimo Screti, ds della Polisportiva Carso

E' ormai un'istituzione all'interno della Polisportiva Carso. Massimo Screti, ds della società biancazzurra, è una persona concreta, che conosce il calcio e sa bene come poter indirizzare i giovani talenti che transitano all'interno del centro sportivo del club, collaborando con i tecnici e con il deus ex machina Gennaro Del Prete. Anche per lui sarà una stagione di rinascita, di ritorno al calcio giocato, quello che da anni contraddistingue l'operato del Carso e attraverso il quale il suo nome è cresciuto non solo a livello regionale ma anche nazionale, visti i tanti giocatori che annualmente approdano nel professionismo. "Quello di lanciare giovani nel mondo dei professionisti è il nostro obiettivo principale – esordisce Screti – ma questo può avvenire solamente con un lavoro molto serio ed oculato. Da anni costruiamo quindi delle squadre per fare questo e non molleremo il punto". Squadre che si accingono ad iniziare i loro campionati e che Screti presenta così "Il gruppo 2008 (U14) è una buona squadra, alla quale abbiamo inserito qualche elemento nuovo partendo da un'ossatura ben definita da diversi anni. La prospettiva è quella di poterli rendere protagonisti nel prossimo campionato Under 15 nazionale. Il gruppo 2007 è stato ricostruito rispetto a quello di due anni fa. Purtroppo il lockdown ha tolto molto a questi ragazzi, ma sono convinto che potremo toglierci delle belle soddisfazioni. Ad allenarli c'è un tecnico molto preparato come Mauro Rubba, che tra l'altro li cura da quando facevano scuola calcio. Speriamo possano fare bene. Per l'Under 16 invece c'è Alessandro Rossi, che è con noi da diversi anni. Questo gruppo ha perso qualche pezzo per strada ma che è stato rimpiazzato, anche se dovremo cercare di allargare ancora un po' di più la rosa, perché è in stretta relazione con l'Under 17, anch'essa con qualche elemento da aggiungere. In questo modo potremo aggregare senza difficoltà, eventualmente, qualche ragazzo del 2006 con i 2005 quando questi si dimostreranno pronti. Non dimentichiamo che questo gruppo ha visto la partenza in estate di due ragazzi, Merluzzi e Frasca, che sono andati all'Ascoli, quindi abbiamo dovuto lavorare per rimpiazzarli. Ma anche in questo caso l'obiettivo rimane sempre lo stesso: cercare di farli crescere per arrivare al professionismo. Il campo sarà come sempre l'ultimo giudice ed il prossimo campionato ci dirà chi è riuscito a lavorare meglio nelle varie categorie anche nei periodi in cui ci si poteva allenare con tante difficoltà. L'importante è che i ragazzi, comunque vada, si divertano". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni