Cerca

Regionali

Real Testaccio, Nobile: "La squadra ha qualità e carattere, le basi sono buone"

Il neo-tecnico giallorosso parla del suo ambientamento nel club, del gruppo a sua disposizione e degli obiettivi stagionali

23 Settembre 2021

Massimiliano Nobile, tecnico del Real Testaccio

Massimiliano Nobile, tecnico del Real Testaccio

Massimiliano Nobile, ex allenatore della Fonte Meravigliosa, ora al Real Testaccio, ha espresso le sue impressioni sulla nuova società a cui è approdato e sulle sue aspirazioni da tecnico dell’U17 giallorossa.

 

Passaggio dalla Fonte Meravigliosa al Real Testaccio: come è nata l’idea?

"Ho fatto tre anni alla Fonte Meravigliosa, dove ho sempre allenato l’Under 16. Era un ambiente che conoscevo avendoci giocato da ragazzo. Quest’anno, a giugno, ci siamo separati a livello calcistico dalla società e l’altra settimana mi è capitata questa opportunità. Sono molto contento perché è una categoria che mi piace, la società è organizzata e ha dimostrato di credere in quelle che sono le mie competenze. Ho iniziato da poco e sono contento, con tanta voglia di fare bene".

 

Se non fosse arrivata l’offerta del Real Testaccio sarebbe rimasto fermo per un anno o avrebbe accettato di subentrare a campionato in corso?

"Se non fosse arrivato il Real Testaccio avrei atteso e sarei subentrato. Mi è già successo un anno in Toscana, in cui presi in corsa i giovanissimi dell’Armando Picchi e riuscimmo a mettere a posto la classifica. Quindi non avrei avuto problemi, avendo già fatto un’esperienza del genere".

 

Le sue prime impressioni sulla nuova squadra?

"Sono molto buone, ho diretto il primo allenamento venerdì e sabato abbiamo giocato contro il Civitavecchia. La squadra ha dimostrato di avere qualità e carattere, grande temperamento. E’ un gruppo unito, con elementi nuovi da inserire. C’è da lavorare e abbiamo ancora tempo prima dell’inizio del campionato per trasmettere le mie idee".

 

Quali sono gli obiettivi per la stagione?

"Certamente fare un campionato da protagonisti. Poi dove possiamo arrivare lo dirà il campo, che è l’unico aspetto che conta. Le prerogative sono quelle di fare un campionato al top, anche se è presto per dirlo visto che ho fatto pochi allenamenti. Ma le basi sono buone per stare fra le prime della classifica".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE