Cerca

L'Intervista

Giardinetti, parla Mariotti: "Siamo a buon punto, i ragazzi sono pronti"

Il tecnico biancorosso parla del lavoro svolto con la squadra fino ad ora, del girone in cui sono stati inseriti i suoi e degli obiettivi stagionali

24 Settembre 2021

Alessandro Mariotti, tecnico del Giardinetti (Foto ©Giardinetti/FB)

Alessandro Mariotti, tecnico del Giardinetti (Foto ©Giardinetti/FB)

Tra due weekend gli arbitri di tutto il Lazio fischieranno l’inizio dei campionati dilettantistici giovanili regionali. Dopo l’ufficializzazione di gironi e calendari, è il momento di fare il punto sulla situazione e gli obiettivi delle varie squadre. Oggi abbiamo parlato con Alessandro Mariotti, tecnico del Giardinetti U17: "Siamo a buon punto, lavoriamo dal 23 agosto e posso dire che i ragazzi sono pronti. L’inizio però sarà inevitabilmente difficile per loro dopo questi due anni, soprattutto dal punto di vista mentale". Due anni difficili che ci gettiamo alle spalle per guardare avanti alla stagione corrente: "La crescita di tutti i ragazzi è stata limitata, sia quella tecnico-tattica che quella comportamentale. Noi lavoriamo molto sulla tecnica di base, ma viene svolto anche un lavoro per aiutare i ragazzi sotto gli altri aspetti". Il girone C, quello in cui è stato inserito il Giardinetti, può essere considerato un girone di ferro: "Io dico che la grande favorita è la Romulea, la reputo più forte di Tor Tre Teste e Vigor Perconti. A noi il girone non interessa, anzi più squadre forti ci sono e meglio è; ci piace confrontarci sempre con compagini di livello e per la competitività posso dire che rimpiango il girone Elite unico". E gli obiettivi: "Crescere giornata dopo giornata e provare a vincere ogni partita. Sono quasi tutte difficili, ma nessuna è proibitiva. In questa categoria è molto importante l’aspetto mentale". Qualche obiettivo e sogno nel cassetto c’è per Mariotti anche a livello individuale: "Sono un tecnico relativamente giovane perché alleno da tempo ma ho 34 anni. Di categorie ne ho fatte tante e il mio obiettivo è sempre di arricchire i ragazzi per quanto riguarda l’aspetto tecnico. Voglio però soprattutto lasciare loro qualcosa dal punto di vista umano e cercare di aiutare qualcuno a diventare un calciatore nella vita". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE