Cerca

L'intervista

Futbolclub: parola a Andreozzi, papà di Luigi e Nicola

Uno dei tanti genitori che frequenta il centro sportivo parla a 360 gradi della società blucerchiata

08 Ottobre 2021

Futbolclub

(Foto ©Futbolclub)

Per raccontare al meglio una società è importante tenere i contatti con tutti e prendere visione dell’esperienza altrui. È per questo che abbiamo intervistato Vincenzo Andreozzi, papà di Luigi e Nicola, bambini che militano nella scuola calcio Futbolclub.

In che ruolo giocano Luigi e Nicola? Da quanto tempo fanno parte della SSD Futbolclub e in che squadra militano?
“Luigi non ha un vero ruolo perché ha solo 5 anni e l’approccio al calcio che danno alla SSD Futbolclub è molto pedagogico e ludico. Si occupano del rispetto delle regole, di quello reciproco tra i bambini e che essi si divertano. Nicola invece gioca in porta perché sin da subito hanno sfruttato le caratteristiche fisiche che ha, a soli 10 anni è alto un metro e sessanta. Luigi gioca coi 2016 e Nicola con i 2011.”

Sempre più spesso si parla del problema della sedentarietà delle nuove generazioni; invece, i ragazzi della scuola calcio trovano qui un ambiente che li sprona e permette loro di fare attività fisica divertendosi. Ecco, quali sono gli aspetti che invogliano di più i tuoi figli ad andare agli allenamenti e alle partite del fine settimana?
“Vanno molto volentieri agli allenamenti, Luigi perché si diverte e segue il fratellone e Nicola perché fin da subito mi ha detto che ad ogni allenamento si sente migliorato. Ci siamo trasferiti da Roma Est a Roma Nord e abbiamo partecipato a vari open day di scuola calcio; quando siamo usciti da quello del Futbolclub Nicola mi ha detto: “Papà quando vengo qui imparo sempre qualcosa” ed è per questo che ha scelto di frequentare questa scuola calcio. Ovviamente la partita del fine settimana è la parte più impegnativa ed emozionante.”

Invece quali sono gli aspetti che più hanno colpito te riguardo la società e gli allenatori? Puoi raccontarci la tua esperienza di genitore?
“Il Futbolclub è un’esperienza molto positiva, si fa sport in un ambiente sano e sereno che permette a tutti di divertirsi. È perchè sento che non si cerca di realizzare utili sui bambini e non si percepisce l’interesse per il “più bravo”, i bambini sono tutti trattati allo stesso modo e a tutti è permesso di migliorare e giocare in egual misura.”

Quali sono le loro aspettative? E quali sono le tue? Perché consiglieresti agli altri genitori di frequentare la SSD Futbloclub?
“Le aspettative della SSD Futbolclub sono semplici, crescere uomini ed atleti allo stesso tempo. Io e i miei figli passiamo delle bellissime ore, divertendosi crescono e coltivano un sogno. E se son rose…”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE