Cerca

FOCUS

Girone B: Roma, Urbetevere e N. Tor Tre Teste hanno già fatto il vuoto

Le tre compagini a punteggio pieno vantano già cinque lunghezze sulle inseguitrici

27 Ottobre 2021

Di Renzo

Andrea Di Renzo, tecnico della N. Tor Tre Teste (Foto ©Conti)

C’è un girone nel campionato Under 14 Elite dove le gerarchie sembrano già esser state scritte. Sono passate solo quattro giornate ma il secondo raggruppamento sembra aver già fatto la selezione per capire chi, fino alla fine, si giocherà il primo posto. Tre formazioni a punteggio pieno, tre percorsi diversi ma compiuti da compagini che sembrano avere davvero pochi punti deboli. La prima, e non poteva certo essere una sorpresa, è la Roma, l’unica professionista del raggruppamento. La formazione di Scala è l’unica a non aver ancora subito reti, fattore di certo non trascurabile, mettendo a segno in tre partite la bellezza di 22 gol. Un trend che, però, ha rischiato di vacillare nell’ultima giornata, quando i giallorossi hanno dovuto attendere quasi sessanta minuti per superare la resistenza dell’Aprilia di Miracapillo. La rete di Macerata ha messo ai giallorossi di continuare la marcia in campionato, ma ha certamente fatto capire che, nel modo giusto, anche la Roma può essere messa in difficoltà. Insieme alla Roma due formazioni che, da sempre, sono sinonimo di qualità nel settore giovanile laziale. L’Urbetevere di Valerio Cicchetti non ha sbagliato un colpo e nell’ultimo turno la squadra si è tolta il lusso di battere in goleada la Cynthialbalonga. Sei a uno il punteggio finale firmato dal solito Puggioni (doppietta), Vedda, Cipriani, Bottiglieri e Taraburelli. Per i gialloblù sono 21 le reti messe a segno (praticamente come la Roma), mentre sono 4 quelle subite, dove soprattutto le due prese con il Città di Ciampino nel giro di due minuti avevano rischiato di compromettere la marcia perfetta dei gialloblù. Ultima formazione del terzetto, ma solo in ordine di differenza reti attuale, è la N. Tor Tre Teste di mister Di Renzo. Tre a zero al Centro Sportivo Primavera nell’ultimo turno firmato dalla doppietta del solito Petrazzuolo e la rete di Callarà. La squadra prenestina, rispetto alle altre due, ha messo a segno qualche gol in meno ,quindici, anche se parliamo di una media di poco inferiore alle quattro reti a partita, con una difesa seconda solo a quella dei giallorossi, con solo due marcature subite nei primi 280 minuti di campionato. E’ probabilmente presto per parlare di selezione, ma in cinque punti messi tra queste compagini e le inseguitrici più vicine, Città di Ciampino e Honey Soccer City, possono già rappresentare un margine importante da cancellare.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE