Cerca

L'intervista

Futbolclub, Esposito: "Vogliamo preparare i ragazzi per il professionismo"

Il Dg ha parlato delle iniziative del club blucerchiato, tra i ragazzi che proveranno con la Samp e lo stage Nanni per i portieri

22 Novembre 2021

Biagio Esposito

Biagio Esposito, Dg del Futbolclub

La connessione tra il Futbolclub ed il calcio professionistico è sempre più intensa, sia grazie all'affiliazione con la Sampdoria che alla collaborazione con tecnici dai prestigiosi trascorsi. Ne ha parlato Biagio Esposito, il nostro Direttore Generale, soffermandosi su alcune interessanti novità che riguardano proprio i ragazzi del proprio settore giovanile. La prima di questa vede concretizzarsi le attività di scouting nella grande opportunità che verrà data a qualcuno tra i giovani blucerchiati prossimamente: "Alcuni nostri giovani calciatori saranno a Genova e faranno delle giornate di provino con il settore giovanile della Sampdoria per verificare se potranno essere aggregati al gruppo. Si tratta di ragazzi di diverse annate, per i 2009 andranno Tiziano Fatello Orsini, Giordano La Vista e Leonardo Di Benedetto, poi c'è il 2007 Riccardo Rossi, i 2006 Samuele Fabrizi e Simone Teodori, ed infine i più grandi, classe 2005, sono Giovanni Macera, ed Edoardo Iannelli. La prova verrà svolta in tre giorni con una valutazione finale. Ne siamo molto contenti, perché questo è il nostro obiettivo: coltivare talenti e permettergli di fare il salto di qualità in una realtà professionistica." Esposito quindi continua parlando più nel dettaglio della scelta di questi ragazzi: "Loro sono stati osservati durante il clinic che abbiamo fatto con i tecnici della Sampdoria ad inizio novembre, ma erano stati valutati già in precedenza anche da me, che oltre a lavorare nella dirigenza del Futbolclub faccio scouting per la Sampdoria, principalmente per la prima squadra ma anche per il settore giovanile. I giovani che sono stati selezionati ci sembrano i più pronti anche per quanto riguarda la gestione della pressione, andare a fare un provino con dei professionisti infatti è sempre un obiettivo ed un sogno, poi bisogna vedere però come loro reagiscono, ed anche a livello psicologico serve una risposta importante: andare per tre giorni in un'altra città, lontano da casa, con il cuore che batte forte, l'emozione e con la consapevolezza che ti stai giocando una grande opportunità non è per nulla facile, è complesso ma i ragazzi devono far sì che questi aspetti non compromettano le loro prestazioni. Ad ogni modo questo è solo il primo gruppo, siamo all'inizio dell'anno e ci saranno sicuramente altri provini ed altre spedizioni verso Bogliasco." Ma questa non è l'unica iniziativa importante per i giovani blucerchiati, il Direttore infatti ha parlato dello Stage Nanni, riservato ai portieri del Futbolclub, che avranno il privilegio di trascorrere una sessione d'allenamento sotto le indicazioni di Guido Nanni, una vera e propria istituzione per quanto riguarda la preparazione tecnica dei numeri 1: "Nanni è stato per molte stagioni il preparatore dei portieri per la Roma, ha lavorato con giocatori del calibro di Alisson, Szczesny, Skorupski e tanti altri, aiutandoli nel loro percorso di crescita professionale. Noi avremo la fortuna di poter ospitare lo stage e permettere ai portieri del nostro settore giovanile di interfacciarsi con un metodo di allenamento professionistico. Guido Nanni verrà qui da noi quest'oggi e dopo aver annunciato l'iniziativa abbiamo subito esaurito i posti a disposizione. Personalmente mi ritengo più che soddisfatto dell’entusiasmo e della risposta che c'è stata attorno a questo stage, e ancor di più del fatto che Guido Nanni in persona venga qui per lavorare con i nostri giocatori, gli può far capire delle sfaccettature e delle dinamiche che solo un professionista di un certo livello può permetterti di cogliere. Senza nulla togliere ovviamente ai nostri preparatori, decisamente qualificati e competenti, l'esperienza ed il bagaglio tecnico di chi è stato tanti anni nel giro della Serie A e del calcio europeo, confrontandosi giornalmente con allenatori e giocatori di primo livello, può sempre dare una grossa mano ai più giovani. La sessione durerà due ore, e di certo lavoreremo per accordarci e svolgere altri incontri di questo tipo in futuro."

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni