Cerca

DOPO GARA

Atletico Lodigiani, Lambroni: "Due squadre organizzate. Soddisfatto per la nostra crescita"

Il tecnico biancorosso analizza la vittoria esterna nel big-match contro la Lodigiani

29 Novembre 2021

Daniele Lambroni

Daniele Lambroni, tecnico dell'Under 14 dell'Atletico Lodigiani

Una vittoria determinante per l'economia del girone C. L'Atletico Lodigiani di Daniele Lambroni ha vinto per due a uno, confermando la bontà del lavoro svolto fino ad ora dal tecnico e dalla società. Un'affermazione arrivata in una gara, contro la Lodigiani, dove si sono affrontate due signore formazioni, come spiega il mister: "Innanzitutto, la cosa che mi ha colpito di più  - dice Lambroni - è stato quella di vedere due squadre organizzate e consapevoli sin dal primo minuto. Vedere ragazzi di 14 anni così pronti, mi ha dato una splendida sensazione. Non sono un cerimonioso, ma posso fare pubblicamente i complimenti a mister Lettieri, perchè allena una vera e propria corazzata e il risultato è stato frutto di due prodezze, che hanno fatto la differenza. La nostra è una vittoria sofferta e anche meritata, ma se il risultato fosse stato diverso nessuno avrebbe gridato allo scandalo. Analizzando la partita, oltre ad un grande ed elevato livello di intensità di gioco, abbiamo avuto varie occasioni da entrambe le parti, con i nostri portieri bravissimi ed un legno per parte". A chi gli chiede dove la sua squadra è riuscita a vincere la gara, Lambroni risponde cosi: "Ho capito di averlo fatto solo dopo il fischio finale. Non è una battuta ma a volte sorrido alle frasi fatte di chi si prepara le partite in funzione dell'avversario. Soprattutto a questa età, dove i giocatori sono un concentrato di spontaneità e istinto. Io ho preparato i ragazzi seguendo la nostra programmazione rivolta alla loro crescita, come richiesto dalla mia società. Il nostro è un gruppo che nasce unicamente dal vivaio e l'allenamento è la sola risorsa per farlo migliorare. Quindi, la soddisfazione è legata soprattutto a quello e non a strategie particolari. Certo, come detto all'inizio, abbiamo avuto il nostro piano d'azione che abbiamo poi saputo adattare in funzione dell'andamento della partita. Questa - dice Lambroni - è una caratteristica del mio gruppo di cui ne vado fiero. " Il tecnico passa infine ad analizzare gli obiettivi e le ambizioni della sua squadra: "Noi siamo partiti con l'obiettivo di mantenere la categoria ed essendo un pragmatico, vorrei prima di tutto essere convinto di riuscire a perseguire questo primo step. Scaramanzia? Certo. Non rinneghiamo che questa nostra passione è fatto anche di questi goliardici meccanismi e quindi vorrei aspettare almeno la fine del girone d'andata visto che abbiamo ancora 4 partite di livello assoluto. Dove possiamo migliorare? Mi riallaccio a ciò che dicevo prima: sono ragazzi molto giovani e qualsiasi aspetto può e deve essere migliorato e non parlo solo di calcio. Abbiamo a cuore la loro crescita a 360° e oltre ad un discorso tecnico-tattico siamo molto attenti a quello disciplinare e comportamentale, tutto svolto in un clima di grande divertimento. Gli allenamenti sono il momento più bello della settimana. Tutto questo serve a migliorare un gesto tecnico, un' esercitazione, una giocata. Organizzazione, entusiasmo e soprattutto la continua ricerca del miglioramento delle competenze, a partire da noi tecnici. "

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE