Cerca

L'intervista

Jem's, D'Avello: "Vicino ai nostri ragazzi e alle loro famiglie"

Il dg biancorosso analizza le novità legate al Green Pass rafforzato e svela le iniziative del club per rimanere al fianco di tutti i tesserati

14 Gennaio 2022

Il diretto generale della Jem's, Luciano D'Avello

Il diretto generale della Jem's, Luciano D'Avello

Stop dei campionati e obbligo del Green Pass rafforzato. Sono tante le novità governative che coinvolgono lo sport giovanile. In casa Jem's si lavora per adeguarsi a tutte le normative, ma anche per tutelare il diritto allo sport dei ragazzi: "Arriva un ulteriore stop dei campionati, sia per l'agonistica che per la scuola calcio – spiega il dg biancorosso Luciano D'Avello -. Qualche mese fa eravamo convinti che mancava poco per tornare alla normalità, invece ci ritroviamo di nuovo davanti al problema. Come Jem's siamo sempre stati attenti a far osservare tutte le misure di sicurezza per svolgere in tranquillità l'attività sportiva dei nostri ragazzi, e continueremo a farlo. Dal 10 gennaio per lo sport di squadra, anche all'aperto, e per tutti i ragazzi al di sopra dei 12 anni, allenatori, dirigenti ed addetti ai lavori è stato introdotto con Decreto Legge l'obbligo del Green Pass rafforzato. Quindi per accedere al centro sportivo tutti devono aver fatto il vaccino o essere guariti dal Covid. Passare in pochissimo tempo dal nulla al Green Pass rafforzato ha creato disagi ai ragazzi. Dobbiamo rispettare le decisioni del Governo ed applicheremo le direttive del Decreto Legge".

Uno stop che rischia di impedire lo svolgimento della pratica sportiva ai più giovani. Un pericolo che in casa Jem's assume grande rilevanza: "Al di là del fermo dei campionati, per i ragazzi è importante continuare a fare allenamento e noi faremo il possibile per fare in modo che abbiano dall'attività sportiva quel senso di scarico da tutta questa situazione particolare. Tenendo presente che i campionati sono stati sospesi fino a fine mese e che riprenderanno il 5-6 febbraio, i nostri mister e istruttori metteranno tutta la loro attenzione a disposizione dei nostri tesserati e faremo in modo che questo periodo di sospensione passi il più velocemente possibile".
Quindi il dg D'Avello fauna considerazione: "Mi soffermo sull'obbligo del Green Pass rafforzato. Io ho fatto la terza dose e se necessario farò anche la quarta, quindi sono un vaccinato convinto. Però mi domando: tutti i ragazzi al di sopra dei 12 anni che non hanno Green Pass rafforzato cosa faranno? I tesserati delle società sportive non potranno più fare attività all'aperto nei centri sportivi. Visto che l'attività sportiva all'aperto in forma individuale è possibile anche senza Green Pass rafforzato e, qualora venisse confermato che i nostri tesserati possano rientrare in questa fascia, abbiamo deciso di mettere a disposizione dei ragazzi, costretti a restare a casa fino al 31 marzo, i nostri responsabili dell'agonistica e della scuola calcio con un campo a loro dedicato. Faranno attività in forma individuale. Non potranno fare partite, ma almeno li faremo uscire di casa per stare all'interno del nostro centro sportivo con tutte le attenzioni del caso, in primis quelle sanitarie. Vogliamo, come sempre, stare vicino ai nostri ragazzi ed alle loro famiglie e faremo di tutto per rendere questo momento, ancora una volta particolare, il meno pesante possibile".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE