Cerca

1ª categoria

Tor Lupara, Olivieri: "Voglio conquistare la Promozione"

Arrivati a metà stagione, il presidente rossoblù tira le somme per le sue categorie e si esprime sugli obiettivi stagionali

14 Gennaio 2022

Tor Lupara, Olivieri: “Voglio prendere la Promozione”

Donato Olivieri è in carica dal 1° luglio e, giunti a metà stagione, fa il resoconto delle categorie, tra Prima Squadra e gruppi giovanili: "Sono soddisfatto del lavoro in generale, ci tengo a precisare che oltre ad avere tutti ragazzi molto educati e rispettosi, i loro genitori non sono da meno, anzi, dimostrano una dedizione al lavoro mai vista e questo è molto importante. Andando nello specifico, gli under 16 sono gli unici che stanno facendo i regionali, sono primi anche se con una partita in più. Erano già un gruppo coeso, noi abbiamo cercato di gestirli in un certo modo e aggiunto qualche elemento in più. Per loro stiamo preparando un progetto importante, che può legarli in futuro alla Prima Squadra. Per gli under 19 il discorso è un po’ diverso, oggi stanno pagando dazio, sulla carta erano i più attrezzati ma abbiamo voluto fare una scelta più aziendale: dei giocatori presi ad inizio stagione, la maggior parte li abbiamo inseriti nel gruppo Prima Squadra, mossa che si sta rivelando vincente. Sono primi, miglior difesa e miglior attacco. È un gruppo gestito molto bene da Andrea Palumbo, misto tra giocatori esperti e ragazzi che vanno dai 2000 ai 2002". Contento delle sue categorie, un po’ meno per lo stop del campionato, il presidente rossoblù dice la sua anche sulla questione Covid: "Il governo la sta gestendo male, da improvvisati. Abbiamo fatto tutto quello che ci hanno detto, vaccino, preso precauzioni, per cosa? La vita continua dappertutto, tranne che per noi". Infine, tornando a parlare di calcio giocato, conclude con gli obiettivi stagionali: "Per quanto riguarda la Prima Categoria l'obiettivo all’inizio era di costruire un gruppo importante, ora però che siamo lì non mi nascondo, voglio vincere e prendere la categoria. Per le giovanili invece il discorso è diverso, ci sarà da lavorare e sarà dura, soprattutto per gli under 14 che sono passati al calcio a 11 senza praticamente giocare mai i due anni scorsi. Vogliamo farli crescere e migliorare, consapevole che ci vorrà del tempo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni