Cerca

L'INTERVISTA

Lodigiani, Lettieri: "Contro l'Accademia vogliamo reagire, puntiamo alle finali"

Il tecnico analizza il prossimo match, la lotta per le finali e traccia un bilancio

22 Aprile 2022

Giovanni Lettieri

Giovanni Lettieri, tecnico dell'Under 14 della Lodigiani (Foto ©Cappuccitti)

La Lodigiani di Giovanni Lettieri è vicina al raggiungimento dell’obiettivo play off ma manca ancora la matematica e c’è da reagire all’ultimo ko contro l’Atletico Lodigiani in uno scontro diretto come quello imminente contro l’Accademia Calcio Roma: "Noi veniamo da un torneo in Sardegna come loro, non abbiamo giocato contro. Veniamo da questa bellissima esperienza che ci ha dato la possibilità di confrontarci con squadre professionistiche. Siamo tornati martedì pomeriggio e ci siamo allenati mercoledì e giovedì. L’abbiamo preparata come sempre, ho chiesto alla squadra di giocare una partita di qualità e intensità senza pensare alla classifica. Dobbiamo proporre il nostro gioco che è la nostra forza. Il fatto di poter vincere uno scontro diretto ci galvanizza ancora di più e ci avvicina a poche giornate dal termine all’obiettivo play off". La Lodigiani a 4 giornate dal termine ha 6 punti di vantaggio sul quinto posto, Lettieri non teme un rilassamento da parte dei suoi ragazzi: "Non temo un rilassamento, non abbiamo vissuto l’annata con l’obiettivo primario di raggiungere le finali. Stiamo parlando solamente adesso di finali. Veniamo dalla sconfitta contro l’Atletico Lodigiani, i ragazzi hanno voglia di rifarsi subito. Ci sono 6 punti ma l’Atletico Lodigiani può vincerle tutte perché è una squadra che può fare risultato con chiunque. Noi dobbiamo pensare a noi stessi senza fare calcoli. I ragazzi vogliono scendere in campo e fare bene". Lettieri prosegue analizzando la crescita dei suoi ragazzi in questa annata: "Questo è un gruppo che veniva ovviamente dalla scuola calcio, è cresciuta la consapevolezza e la convinzione di quello che devono fare in campo. La squadra riesce sempre a proporre il proprio gioco nonostante l’avversario e il terreno di gioco che a volte è di terra o erba naturale. Questo è un punto importante di crescita sia a livello individuale che collettivo. Molti ragazzi sono stati attenzionati da società professionistiche". Lettieri ammette che a inizio anno l’obiettivo era solamente la crescita dei ragazzi: "Con la società non abbiamo mai parlato di dover finire tra le prime 4. Abbiamo sempre voluto tirare fuori il meglio dei ragazzi. Siamo in 26 e solo due sono arrivati da altre società. L’obiettivo era valorizzare i ragazzi e poi a marzo/aprile vedere la classifica. Questa è una categoria di preparazione dove i ragazzi escono dalla scuola calcio. Ora ci siamo dentro e non sarebbe corretto nei confronti dei ragazzi non puntare alle fasi finali". Il tecnico analizza gli aspetti che faranno la differenza nei play off: "Si tratta di partite secche dove può succedere di tutto. Questa è una categoria in cui alcuni aspetti individuali fanno la differenza. Il livello di gara sarà molto alto e le partite si decideranno anche in base agli episodi. Se dovessimo riuscire a qualificarci dovremmo essere concentrati senza snaturarci troppo sapendo anche che gli episodi potranno fare la differenza ma dovremmo giocare come sappiamo".
 
 
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE