Cerca

L'INTERVISTA

Aprilia, Luca Ripa: "Abbiamo posto delle solide basi, vogliamo proseguire la crescita"

Il responsabile delle giovanili della società pontina, traccia un bilancio e guarda al futuro

09 Giugno 2022

Luca Ripa, Aprilia

Luca Ripa Responsabile Settore Giovanile Aprilia (Foto ©Aprilia Racing)

Volge al termine la stagione 2021/2022 dell’Aprilia con le giovanili che sono pronte a programmare il nuovo anno con il responsabile Luca Ripa che fa un bilancio di questo primo anno e si proietta al prossimo futuro.

Buongiorno direttore, come giudica complessivamente la sua prima stagione da responsabile del settore giovanile dell’Aprilia? Cosa è stato fatto in termini di miglioramenti e cosa invece si può ancora cambiare? Quali sono state le difficoltà incontrate nel percorso?

“Buongiorno, la stagione appena trascorsa è stata entusiasmante e allo stesso tempo abbastanza faticosa. Il nostro arrivo all'Aprilia, infatti, è conciso con un processo di rinnovamento, voluto fortemente dal Presidente, e soprattutto di ripartenza dopo il periodo buio degli stop forzati dovuti al Covid-19. Abbiamo dovuto, io e il nostro DG Marco Angelocore, far fronte a difficoltà iniziali soprattutto legate al ‘mercato’ in entrata, considerato il pochissimo tempo a disposizione. Nonostante questo, grazie anche al costante ed importantissimo supporto del Presidente Pezone, abbiamo lavorato per gettare le basi per un percorso strutturato e duraturo. Oggi, infatti, la Società riparte da basi solide e gruppi squadra di buone prospettive”.

Come si svilupperà il progetto Aprilia per quel che riguarda le giovanili nella stagione 2022/2023? Quali sono i vostri obiettivi nelle varie categorie di riferimento?

“L'Aprilia oggi si pone come obiettivo preminente quello di rappresentare un vero, concreto e, sempre più, qualificato punto di riferimento, per un territorio che è fucina di tanti talentuosi giocatori, che troppo spesso, però, sono costretti ad ‘emigrare’ verso la capitale con la speranza, molte volte disattesa, di trovare contesti adatti alle loro aspettative. Ogni sforzo è stato profuso per infondere all'ambiente la giusta mentalità e la necessaria convinzione che nessun risultato arriva per caso. La programmazione, l'organizzazione, l'investimento sulle infrastrutture, il lavoro ed, in particolare, il tempo sono le fondamenta sulle quali si poggia il progetto Aprilia. In queste settimane, io e il DG, unitamente ai nostri collaboratori, ci stiamo concentrando sulla prossima stagione calcistica. Naturalmente, coerenti con il percorso intrapreso, l'attenzione è rivolta a riportare a ‘casa’ i ragazzi del territorio e perché no, convincere anche qualche giocatore, troppo poco valorizzato dalle realtà capitoline, a sposare il nostro modo di vedere, di pensare e soprattutto di fare calcio”.

Verrà cambiato qualcosa a livello di tecnici per la prossima stagione? Come giocatori sono già stati individuati profili interessanti in prospettiva?

“Per la prossima stagione, assieme ad alcune conferme, avremo sicuramente modo di inserire nuove figure di staff. Abbiamo contatti ben avviati con alcuni tecnici e stiamo valutando chi, per caratteristiche anche umane, possa essere adatto alla nostra visione di Società. Capitolo giocatori: il lavoro di scouting effettuato durante la stagione che volge al termine, certamente ci sarà utile. I profili migliori sono oggetto del nostro interesse e molti di loro mi auguro sceglieranno il progetto Aprilia. Un progetto, ripeto, che non vede protagonisti i Direttori, i dirigenti o gli allenatori, ma vede al centro della nostra idea di calcio gli attori più importanti di questo sport: i calciatori”.

I rapporti che state mantenendo con realtà professionistiche hanno portato concretamente a delle costanti attenzioni per i profili migliori dell’agonistica?

“Io, ed in particolare il DG Angelocore, abbiamo continue relazioni con gli addetti ai lavori di squadre professionistiche. Diverse sono state le manifestazioni di interesse soprattutto nei confronti dei giovani inseriti nell'organico di prima squadra. Questo è senz'altro un valore aggiunto in un contesto Societario dove si perseguono, oltre a quelli legati ai risultati sportivi, due grandi obiettivi: quello di essere per i ragazzi sia un trampolino di lancio per le realtà professionistiche sia una opportunità concreta di giocare nel campionato di serie D”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE