Cerca

l'intervista

MCO, il presidente Iva Pau fa il punto: "C'è tanta voglia di migliorare"

La realtà che abbraccia i comuni di Manziana, Canale Monterano ed Oriolo ha coinvolti tanti giovani talenti

10 Giugno 2022

MCO

MCO, una realtà in ascesa nella zona

MCO sta per Manziana, Canale Monterano e Oriolo, tre paesi che hanno la giusta passione per il calcio: una peculiarità importante che li ha spinti ad unire le forze.Grande unità di intenti dunque tra i 3 poli sopracitati, per una nobile causa poi, la crescita, in un ambiente sano e dunque all’interno di centri sportivi, di bambini, adolescenti e ragazzi. Il presidente della MCO è Ivan Pau: ex calciatore, meglio centravanti, anche nei settori giovanili di Inter e Roma. "Siamo riusciti -racconta proprio Pau- nella complicata missione di riunire Manziana, Canale Monterano ed Oriolo Romano in un UNICUM che, insieme, può sviluppare nel tempo, un potenziale importante nel calcio. Il lavoro fatto è stato paziente e diplomatico ma ora siamo veramente orgogliosi di questa idea nata e poi realizzata, grazie alla perseveranza ed alla professionalità di tutti coloro che, alla MCO attuale, credono in un progetto dalle prospettive quantomeno interessanti. Mi fa piacere citare e ringraziare per tutto ciò il presidente uscente Enrico Colombero il cui contributo, in riferimento alle situazioni descritte nate e poi sbocciate, è stato davvero molto importante". Le statistiche testimoniano la bontà dei propositi da parte di Pau e dei suoi più stretti collaboratori. “La Scuola Calcio ha fatto registrare numeri notevoli: siamo intorno ai 250 iscritti; questo perché da noi il clima che si percepisce sin da subito favorisce essenzialmente l’inclusione del bambino: il talento passa in secondo piano”. Dati come detto ma pure risultati. “Sono fiero non lo nego -prosegue la massima carica della MCO- di tutti i miei ragazzi ma è doveroso e giusto evidenziare le prestazioni offerte in campo dai 2006 di Alessio Pettirossi e dei 2007 guidati da Federico Bacca; entrambi i gruppi hanno trionfato nei rispettivi campionati, conquistando così il diritto alla partecipazione nei tornei regionali a partire dalla stagione calcistica 2022/2023”. Tra l’altro, ed è un fattore non da poco, buon sangue non mente perché Davide Pau, figlio di Ivan, ha trascinato il gruppo dei 2006 a suon di reti, diventando capocannoniere del girone in cui appunto, con grandi attestati di stima, ha partecipato. “Come genitore -prosegue papà Pau- ciò non può che farmi piacere ma ribadisco il concetto cardine su cui si fonda la MCO: conta far star bene i ragazzi, cercare contestualmente di permettere la loro crescita a livello sportivo ma soprattutto l’aspetto umano”. Per il futuro insomma, come si dice, c’è speranza.. “Naturalmente. La nostra è quella di portare avanti senza intoppi e con entusiasmo questo sodalizio che si venuto a creare. Sono abbastanza convinto che, se c’è la volontà di migliorare, la prospettiva di raggiungere nei modi e nella sostanza, realtà anche blasonate, non è affatto una chimera, tutt’altro”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE