Cerca

MEMORIAL ROMAGNOLI

Super sfida tra Romulea e G. Castello, Torbidoni vale la vittoria

Primi tre punti per la formazione di Morlupo, dopo una girandola di gol

15 Giugno 2022

Flavio Imperatori, G. Castello

Flavio Imperatori del G. Castello, MVP della sfida

ROMULEA Leuzzi, Voskanyan (8’st Tomassini), Sinibaldi, Bartoli, Cofani, Tondi (10’st Salvati), Ferrari (8’st Venanzetti), Cesarini (19’st Benedetti), Innocenti, Grippa, Fontana (1’st Simonini) PANCHINA Eliseo, Salvati, Benedetti, Sterbini, Tomassini, Rossetti, Simonini, Venanzetti, Speziale ALLENATORE Cervera

G. CASTELLO Zuchi, Abratis E., Chiarottini, Spezzano, Susanu, Risati, Galiena (20’st Di Gennaro), De Stefano (10’st Guadalaxara), D’Ettore (17’st Abratis T.), Torbidoni, Imperatori (17’st Muco) PANCHINA Alessi, Sabetti, Ferranti Mattozzi ALLENATORE Morlupo

MARCATORI Galiena 3’pt (G), Innocenti 14’pt (R), Imperatori 6’st (G), D’Ettore 14’st (G), Bartoli 21’st rig. (R), Torbidoni 27’st (G), Grippa 39'st (R)

ARBITRO Loi di Roma 2

NOTE Rigore sbagliato Zuchi (G) parato a Innocenti (R) Ammoniti Zuchi, Risati Angoli 2-5 Rec 2’pt- 5’st

Nella seconda e conclusiva gara di giornata del Memorial Romagnoli si sfidano Romulea e G. Castello in una sfida senza esclusioni di colpi. Il risultato difatti parla da sé, un 3-4 pirotecnico che sorride al G. Castello, mentre rimanda i primi punti nella kermesse della società di San Giovanni. Il primo tempo parte su ritmi fortissimi, dando subito spettacolo. Dopo pochi giri di lancette una punizione da lontano crea scompiglio nell’area amaranto-oro, il tocco decisivo è di Galiena che stappa la contesa portando avanti i suoi nello score. La truppa di Cervera però non rimane a guardare, continuando a cercare vie per il pari. Nei pressi del 14’ il pertugio giusto arriva, a seguito di un bel filtrante un attaccante dei capitolini viene stesso in area, l’arbitro è lì ed indica giustamente il dischetto. Innocenti dagli undici metri si fa neutralizzare la conclusione da Zuchi, poi però è bravo sulla ribattuta, mettendo il piede per il pari amaranto. Da lì entrambe le compagini si affrontano a viso aperto, sfiorando più volte il nuovo vantaggio. In prima occasione a tentare è la Romulea, ma Zuchi è bravo ad allungare un colpo di testa ravvicinato da calcio d’angolo. Il Castello risponde presente, e dopo una bella triangolazione Torbidoni libera un gran destro in area di contro balzo; Leuzzi però è attento, vola sulla destra, evitando che il pallone raggiunga l’incrocio dei pali. La ripresa inizia con il botto. Quando non siamo ancora arrivati al sesto, Abratis cerca il colpo tramite una punizione, la barriera devia ma a quel punto arriva come un falco sulla sfera Imperatori, il quale tocca quanto basta piazzando il blitz vincente per gli azzurri. Il numero 11 si galvanizza una volta trovato il gol, andando in cerca del tris. Difatti uno splendido invito dalle retrovie lo fa correre lungo la fascia destra, l’esterno entra in area ma calcia troppo strozzato per le presa a terra di Leuzzi. I cambi di Cervera provano a smuovere la contesa, creando subito una bella palla gol. Tomassini appoggia dietro verso Cesarini, il centrocampista calcia di mezzo esterno, sfiorando solamente il palo. Sul ribaltamento di fronte però i ragazzi di Morlupo archiviano la partita. D’Ettore si invola dalla destra, una volta arrivato in area calcia splendidamente di collo, batte Leuzzi calando così il tris. Al 21’ invece il match ha un altro punto di svolta. Zuchi sporca leggermente la sua ottima partita, andando a toccare in area un avversario con la sfera molto vicina al calcio d’angolo. L’arbitro anche a questo giro decreta la massima punizione:  Bartoli spiazza il portiere avversario, riaprendo i giochi. Quando tutto sembra rianimato, il Castello si rimette in carreggiata, spostando sensibilmente la contesa verso la propria parte. Su un lancio lungo dalle retrovie Muco non riesce a colpire bene, poi però Leuzzi liscia in maniera clamorosa la sfera, Torbidoni si ritrova la porta spalancata appoggiando oltre la linea il poker che vuol dire tre punti. Alla fine del recupero Tomassini scappa lungo la destra grazie ad una grande Serpentina, appoggia al centro dove Gripparealizza il più dei tap-in, per un 3-4 che si rivela vano ai fini dello score. Trionfa così la compagine azzurra, al termine di una partita quasi perfetta di Spezzano e compagni contro gli amaranto-oro. 
 
 
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE