Cerca

l'intervista

Terracciano: "Troppi rinvii, i protocolli devono essere rivisti"

Il massimo dirigente del Latina analizza il momento e propone delle soluzioni per la ripresa regolare del campionato 

25 Novembre 2020

Antonio Terracciano

Terracciano (Foto ©Ufficio Stampa Latina)

Situazione di stallo in Serie D in attesa di capire quali saranno le novità delle prossime settimane. Ne abbiamo parlato con il Presidente del Latina Antonio Terracciano per comprendere a fondo la sua posizione in merito alle scelte che sta attuando la LND ed al recupero delle gare rinviate: “Credo che soluzioni alternative in questo periodo non ce ne siano - spiega il numero uno nerazzurro - e soprattutto ritengo che il momento che stiamo vivendo sia così delicato che qualsiasi scelta attuata può sembrare controcorrente o non in linea con i nostri desiderata. Essere d’accordo non è semplice però riequilibrare il campionato e recuperare le gare rinviate credo sia stato imprescindibile, nella circostanza che anche in questo periodo di recuperi le gare sono ulteriormente rinviate dimostra quanto sia difficile programmare e trovare idonee soluzioni”. Una situazione di complessa gestione che potrebbe cambiare solamente con delle novità sostanziali: “Credo che il protocollo vada rivisto e di questo ne sono anche consapevoli i vertici della Lega Nazionale Dilettanti. Attuare il protocollo ASL con la quarantena preventiva in caso di contatto con positivo ha determinato il rinvio di numerose gare ed ha creato tanti problemi a tutti i club, anche quelli che non hanno avuto al proprio interno, come il nostro caso, casi positivi tra giocatori, staff e personale della società”. Novità immediate ed urgenti per cercare di proseguire la stagione 2020/2021 pur tra le tante difficoltà che il periodo impone: “L’incertezza la viviamo sulla nostra pelle riprogrammando le nostre attività ogni giorno. Non so come finirà il campionato ma quello che mi auguro che possa passare in fretta questo periodo con il minor danno per le persone che in questo periodo soffrono per via del Covid-19”. Un futuro difficile da decifrare in questo momento: “Sarà difficile prevedere come ne possa uscire l’economia da questo lungo periodo, ma la sofferenza dei primi mesi dell’anno in tutti i settori ha creato non pochi problemi alle aziende. Poi quando si stava piano piano ripartendo è arrivata questa seconda ondata e non so quanti riusciranno a sopravvivere a questa ulteriore crisi del mercato in tutti settori, sport compreso”. Criticità che riguardano tutti con un appello finale a tutti i ragazzi delle giovanili e delle scuole calcio che sono sicuramente i più penalizzati in un’età delicata: “I nostri ragazzi, che sono il fiore all’occhiello di ogni società calcistica, sono quelli sicuramente più svantaggiati. Ma mi sento di dire loro di stringere i denti e di non rinunciare ai loro sogni sportivi e di vita. Il momento è decisamente difficile ma sicuramente loro sapranno ripartire con nuovo slancio e nuove motivazioni”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE