Cerca

in edicola

Tor di Quinto, Testa: "Calcio? Ci sono cose più importanti"

Il presidente rossoblù dice la sua: "Vivo questo momento con apprensione, ho paura per me e per la mia famiglia"

29 Novembre 2020

Tor di Quinto, Testa: "Calcio? Ci sono cose più importanti"

Presidente del Tor di Quinto

Ce lo aspettavamo battagliero, sul piede di guerra e invece Massimo Testa ci ha stupito ancora. Pacato, lucido, soddisfatto. Il presidente del Tor di Quinto ha esaminato l'attuale situazione che stiamo vivendo con grande lucidità. E' tornato il Massimo che conosciamo soltanto quando gli abbiamo chiesto come mai non preferisse rimanere in casa in sicurezza. Il numero 1 di via del Baiardo solo in quel caso ci ha interrotto subito: "Scibbé (le due B le sottolinea sempre), il Testa è sicuro, il Testa è casa mia".

Come la sta vivendo questa pandemia a livello personale?
“Con apprensione. Ho paura per me, per la mia famiglia, per i ragazzi. Fosse stato per me avrei chiuso tutto anche a settembre. Il calcio è importante ma non è l'unica cosa che conta. Oggi ci sono altre priorità e la prima deve essere quella di superare la pandemia. Quest'anno non voglio sentire parlare di cenoni di capodanno o di festoni. Starò a casa con mia moglie e mio figlio, nulla di più”.

L'articolo integrale sarà disponibile sul giornale in edicola lunedì 30 novembre, acquistabile anche tramite la nostra edicola digitale

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE