Cerca

l'intervista

Vis Artena, Pompei: "Latte Dolce alle spalle, avanti con lavoro e sacrificio"

Il terzino sinistro torna sulla sconfitta contro la compagine di Udassi di domenica scorsa e guarda al prossimo match in casa della Torres

02 Dicembre 2020

Alessio Pompei

Vis Artena, Pompei (Foto ©Roberto Benedetti)

"Il morale della squadra dopo la partita di domenica sicuramente non è dei migliori perché abbiamo perso una partita che secondo me non meritavamo di perdere. – Così Alessio Pompei, esterno sinistro classe ’95 della Vis Artena dopo la sconfitta interna contro il Sassari Lattedolce di domenica scorsa. – C’è rammarico perché abbiamo peccato un po’ di inesperienza su alcuni episodi e quelli abbiamo pagato. Sicuramente loro sono una squadra organizzata con un organico forte, compatta, ma li abbiamo messi in difficoltà abbiamo fatto la nostra partita. Dico che meritavamo di più. Partita archiviata, facciamo tesoro dei nostri errori, pensiamo a migliorare giorno dopo giorno consapevoli delle nostre qualità per arrivare agli obiettivi fissati. Siamo un bel gruppo con giovani bravi e grandi con esperienza da mettere a disposizione del gruppo. Credo che il lavoro settimanale e il sacrifico anche fuori dal campo sia la chiave giusta per toglierci belle soddisfazioni. Quindi andiamo avanti. Il calcio è anche questo". Next match: TorresVis Artena. "Siamo venuti a conoscenza di giocare contro la Torres lunedì. Stiamo preparando una partita ostica e difficile in terra sarda. Recupereremo qualche compagno infortunato e questo ci fa piacere; andremo a giocarci anche questa partita per tornare con i 3 punti a casa". Alessio Pompei conclude. "La Vis Artena è casa mia: sono artenese, ho sempre abitato qui e ho conosciute persone e amici seri, che nel calcio è la prima cosa che conta, partendo dal patron Sergio Di Cori, al presidente Alfredo Bucci, il Direttore generale Cristian Calabrese, e il Direttore sportivo Tommaso Maurizi. Li ringrazio per la fiducia data e farò di tutto per ricambiarla in campo. Non per ultimi, ma vorrei ringraziare anche i tifosi che in questo momento particolare ci sono vicini virtualmente e che spero prima possibile possano tornare allo stadio ad abbracciarci tutti insieme".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE