Cerca

l'intervista

Unipomezia, Palermo: "Fisicamente sto bene, qui ci alleniamo sempre al top"

Il centrocampista è arrivato in punta di piedi ma si è conquistato un ruolo importante. Ecco la sua analisi sul momento e sulla futura ripartenza

11 Dicembre 2020

Emanuele Palermo

Palermo in allenamento (Foto ©Unipomezia)

Arrivato in punta di piedi, Emanuele Palermo poco a poco si è preso il centrocampo dell’Unipomezia. L’ex Corneto Tarquinia ha dimostrato di poter competere ancora a certi livelli e mister Solimina lo ha ripagato dandogli piena fiducia. Anche in un periodo dove purtroppo non è il campo a parlare, l’esperto giocatore sta lavorando sodo come tutta la squadra per non perdere un colpo in chiave ripartenza. Queste le sue dichiarazioni: "Quest’anno sto davvero bene e a livello fisico non ho ancora avuto problemi. Sono arrivato qui a fari spenti ma grazie al duro lavoro di mister Solimina e del Prof Pallocchia sono riuscito a ritagliarmi il mio spazio. Anche in questo momento ci stiamo allenando bene e con grande intensità. La qualità di ogni seduta è sempre molto alta. Da parte mia spero di continuare così e di poter dare il mio contributo anche alla ripresa del campionato. In carriera ho sempre partecipato a progetti importanti e l’Unipomezia mi mancava, quest’anno fortunatamente si sono verificate tutte le condizioni per cui sia potuto venire a giocare qui dove ho ritrovato inoltre un grandissimo amico come Delgado, avevamo già avuto l’opportunità di giocarci insieme a Marino in D". In ottica ripresa Palermo poi afferma: "Personalmente mi aspettavo una tempistica del genere. Ci credevo poco che saremmo potuti tornare in campo già da dicembre mentre pensavo che saremmo arrivati almeno alla fine di gennaio, l’inizio di febbraio per poter ricominciare pienamente. Anche se ad oggi nulla è ancora certo, tutto dipenderà dalla situazione epidemiologica a livello globale. Mi auguro comunque che le date pianificate siano poi effettive, anche se siamo dilettanti il calcio deve ripartire, non soltanto per noi “grandi” ma anche per i moltissimi giovani che praticano questo sport".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE