Cerca

l'intervista

Casal Barriera, De Santis e Ascione in coro: "Ci faremo trovare pronti"

Il difensore e l'attaccante fanno il punto in vista della ripartenza nel nuovo anno

23 Dicembre 2020

De Santis

Il difensore gialloverde Gianluca De Santis

"Quella che stiamo vivendo è sicuramente una delle parentesi più brutte del calcio dilettantistico. Ora aspettiamo che le cose si sistemino perchè la voglia di tornare in campo è tanta". Parola di Gianluca De Santis che scalpita ansioso di tornare a difendere i colori del Casal Barriera: "Speriamo si riesca a ricominciare il prima possibile, noi fin qui cerchiamo di viverla nel miglior modo possibile visto che comunque ci stiamo continuando ad allenare. Senza questa possibilità sarebbe stato tutto ancora più pesante". Possibilità preziosa soprattutto in vista di una ripresa dove il Casal Barriera dovrà correre sin da subito per lanciare la scalata alla classifica: "Dovremo farci trovare più che pronti – continua il difensore – purtroppo la classifica non è dalla nostra parte visto un inizio di stagione in salita. Vogliamo migliorare la situazione e siamo consapevoli che ciascuno di noi dovrà dare il massimo soprattutto se prenderà forma l'ipotesi di chiudere la stagione giocando solo l'andata. L'obiettivo è raggiungere la salvezza senza passare dai playout, sappiamo che sarà dura ma se lavoreremo sodo e continueremo ad essere squadra niente è impossibile". "Per fortuna continuiamo ad allenarci anche se manca poter vivere la quotidianità dello spogliatoio. Ora stringiamo i denti e andiamo avanti" - è invece il pensiero di Andrea Ascione che non molla di un centimetro e spinge forte sull'acceleratore in vista di un ritorno in campo dove vuole vedere il Casal Barriera tornare ad essere protagonista: "Abbiamo un grande gruppo e perciò, anche in un periodo delicato come questo, la squadra sta lavorando bene nel rispetto di tutte le norme stabilite dai vari protocolli. Siamo consapevoli che, alla ripresa del campionato, dovremo farci trovare ben più pronti degli altri, tanto a livello fisico quanto mentale. La posizione che occupiamo non rispecchia né la forza della squadra né quelle che sono le nostre ambizioni. Ora però ci ritroviamo in questa condizione e dovremo essere bravi a tirarcene fuori. Il primo obiettivo è quello della salvezza a cui speriamo di arrivare il prima possibile per poi poter giocare con maggiore serenità. Per centrarlo dovremo mettere ancora più grinta e concentrazione perchè non possiamo perdere partite come fatto in passato dove magari dominavamo il gioco per poi essere puniti a causa di un nostro errore. Personalmente sono pronto a dare il massimo per aiutare la squadra a centrare i propri obiettivi e, perché no, spero anche di segnare qualche gol in più che non guasta mai".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE