Cerca

l'intervista

Gianluca De Dominicis: "Vivere certe sensazioni ci manca tantissimo"

Parola all'attaccante del Riano, arrivato da pochi mesi al servizio dei tiberini: "Il mio desiderio è di concludere 'intero campionato, non soltanto il girone d'andata"

03 Gennaio 2021

De Dominicis

De Dominicis (Foto ©Facebook)

Gianluca De Dominicis ha ritrovato il massimo campionato regionale abbracciando in pieno il progetto Riano. L’attaccante di Monterotondo è approdato nella compagine tiberina a fine ottobre scorso, e con un campionato praticamente ancora tutto da giocare (salvo altre comunicazioni) potrà rappresentare sicuramente una freccia in più per l’arco a disposizione di mister Damiano Forte. L’ex Passo Corese analizza a 360 gradi la ripartenza del calcio dilettantistico regionale, parola a lui.

Ancora pochi giorni e poi si ripartirà "normalmente". Quali sono le tue impressioni?"

"La voglia di tornare a giocare una gara ufficiale e allenarsi con il gruppo senza limitazioni è davvero tanta. Allo stesso tempo va fatto nel massimo rispetto di protocolli e regole perché la salute viene prima di tutto. Per tutti noi che viviamo con passione questo sport è veramente scoraggiante stare fermi, allenarsi da soli e aspettare. Al momento, anche se è prevista una data di ripresa, a malincuore penso che non ci siamo le condizioni per ripartire nell’immediato".

Sei in linea con il piano di ripartenza? 

"Da quello che leggo e sento si percepisce molta confusione e poca chiarezza, e di conseguenza le società si trovano impreparate e in difficoltà per programmare e riorganizzare una ripresa idonea. Bisognerà aspettare indicazioni più chiare e concrete e farsi trovare pronti".

Cambieresti i protocolli o pensi che con l’arrivo del vaccino ci sarà la svolta definitiva?

"La notizia dell’arrivo del vaccino è una svolta molto importante, che ci permetterà nel giro di mesi di poter tornare sui campi da calcio in sicurezza, così da poter svolgere un vero campionato senza pause e limitazioni. La mia speranza non è riposta solo nell’ambito calcistico ma in tutti gli altri settori che in questo periodo hanno riscontrato notevoli difficoltà".

Sei arrivato a Riano da poco, che aspetto ti ha fatto la società?

"Sì, sono arrivato da poco e le sensazioni sono ottime. Cercavano un giocatore con le mie caratteristiche nel reparto offensivo, per questo sono qui. Mi metterò a disposizione del mister e dei compagni per raggiungere il nostro difficile e stimolante obiettivo. Conosco la maggior parte dei ragazzi cosa fondamentale per l’inserimento in un gruppo. L’ambiente è molto sereno e ci seguono con tanta passione ed entusiasmo. Tornare nel massimo campionato regionale mi dà sempre tanti stimoli".

Che campionato ti aspetti?

"Dopo mesi di inattività e allenamenti individuali, aspettarsi un campionato vero è veramente difficile. Sicuramente sarà tutto diverso, anomalo e strano. Il mio desiderio è poter concludere un intero campionato, non mi piacerebbe come alcune indiscrezioni riportano svolgere solo il girone d’andata. In qualsiasi modo l'unica certezza è quella che ci manca tanto giocare, divertirci e vivere determinate sensazioni. Spero di tornare a farlo il prima possibile ma sempre nella massima sicurezza".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE