Cerca

mercato

Lorenzo Silvagni: "Corneto? La mia verità..." Intanto il Cerveteri piazza il colpo

Il centrocampista, svincolato insieme a tutti altri big della rosa, fa il punto sulla situazione di Tarquinia e sceglie di abbracciare il progetto verdazzurro

11 Gennaio 2021

Fabietti, Di Mario, Iurato, Silvagni

Fabietti, Di Mario, Iurato, Silvagni

Nei giorni scorsi si è concretizzato ciò di cui vi avevamo parlato con abbondante anticipo, già prima delle festività natalizie, in casa Corneto Tarquinia. Il 18 Dicembre titolammo così: "Corneto, terremoto in vista? Anche Santi saluta e non sarà l’ultimo" (clicca qui per leggere l’articolo). Vi avevamo parlato dei big che con moltissime probabilità avrebbero seguito i giocatori già lasciati partire, e così effettivamente è stato. Lupi, Monteforte, Di Mauro, Silvagni, Ferrari, Vergaro, Chirieletti e Luciani sono stati svincolati dai rossoblù non senza qualche attrito di troppo tra le parti, come rivela il centrocampista Lorenzo Silvagni provando a far luce su quello che è diventato un vero e proprio caso nel campionato di Eccellenza laziale. "Siamo stati abbandonati". Questo è il messaggio forte che lancia l’ex Lazio. "Sin da quando sono arrivato a Tarquinia -prosegue- non ho mai conosciuto il main sponsor, ed è stata la prima volta che mi sono accordato con un club telefonicamente. Di sicuro la prima ed ultima volta considerato come è andata a finire. Avevo scelto Tarquinia principalmente perché conoscevo tantissimi ragazzi, amici da una vita, anche oltrepassando il lato economico. Sapevo che avremmo costruito un grande gruppo e così poi è realmente accaduto, anche grazie allo staff tecnico che ringrazio di cuore. Di contro, però, a livello di organizzazione societaria sono state moltissime le lacune, proprio a partire dalla non presenza sul campo di figure dirigenziali importanti come quella del main sponsor e tante altre dinamiche, basti pensare che soltanto grazie al capitano abbiamo avuto i kit invernali ad ottobre inoltrato quando prima della stagione la società faceva grandi proclami per tentare il salto di categoria. Ma con quali condizioni? Inoltre è mancata comunicazione riguardo ad alcuni rimborsi pattuiti, con accordi di fatto non rispettati e diverse "tarantelle". Nell’ultimo periodo nessuno ci ha detto cosa fare, siamo stati completamente abbandonati a noi stessi temendo anche di non essere svincolati".

Silvagni che ha comunque trovato già la sua nuova destinazione nel Città di Cerveteri, che vuole porre basi importanti già in ottica della stagione 2021-22. Queste le parole del direttore sportivo verdazzurro Sandro Fabietti: "Gli acquisti di Silvagni e Di Mario (già precedentemente annunciato ndr) testimoniano ancora di più la volontà del presidente e della società di proseguire in questo percorso di crescita. Sono due elementi che faranno comodo a mister Mariani che ha dato il suo avvallo per concludere lue operazioni. La squadra è pronta alla ripresa e se ciò non dovesse avvenire avremmo gettato già ottime basi per la prossima stagione. Per ora il Cerveteri prosegue con gli allenamenti individuali nella speranza che il tutto possa ripartire regolarmente".  

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE