Cerca

L'intervista

Css Tivoli, Bencivenga: "La nostra fascia d’età la più penalizzata"

Il tecnico dell’Under 14 fa il punto in casa tiburtina, facendo trapelare qualche perplessità in chiave ripartenza

19 Gennaio 2021

Bencivenga

Bencivenga

L’allenatore della CSS Tivoli Under 14, Vincenzo Bencivenga, fa il punto sulla situazione in cui lui e i suoi ragazzi si trovano, parlandoci poi anche delle prospettive di ritorno in campo: "Ormai sono da 8 anni alla CSS e mi trovo molto bene, eravamo ripartiti con tantissimo entusiasmo poi questo nuovo stop ha spento un po' gli animi. Adesso comunque cerchiamo di allenarci con l'obiettivo della ripresa del campionato". Ciò che dà dispiacere al tecnico è anche il compromesso percorso di crescita dei ragazzi nelle giovanili, e gli allenamenti individuali non sono certo d’aiuto: "Personalmente sono molto dispiaciuto, ma soprattutto lo sono per i ragazzi perché la nostra fascia di età secondo me è la più penalizzata, in quanto loro si sono fermati a Marzo, quando giocavamo ancora a 9, e abbiamo ripreso ad Agosto facendo solo 5 amichevoli e una gara di campionato direttamente nell’agonistica e in élite, quindi si stanno perdendo un passaggio fondamentale dell’età evolutiva, sia dal punto di vista fisico che calcistico. Per quanto riguarda gli allenamenti individuali, invece, credo che sia quasi impossibile farli con gruppi di 20/21 ragazzi, a meno di casi in cui si abbiano a disposizione tre collaboratori come minimo". Sulla riapertura delle competizioni, il mister non è dei più ottimisti, e riconosce l’eventuale necessità del vaccino per riprendere a giocare con continuità: "Non credo, a malincuore, che a febbraio si possa ripartire con questi numeri, i contagi stanno aumentando, credo però che il governo calcistico debba prendere dei seri provvedimenti per fare ripartire gli sport, e se necessario anche i vaccini possono essere di grande aiuto". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE