Cerca

l'intervista

Flaminia, Punzi: "I ragazzi meritano solo applausi. L'arbitro? Non lo commento"

Il tecnico rossoblù torna sulla sconfitta rocambolesca di domenica scorsa, rammaricato per il punteggio ma orgoglioso della prova dei suoi

19 Gennaio 2021

Punzi

Francesco Punzi

La Flaminia ha lottato e dato probabilmente anche più di quanto poteva nei rocamboleschi 90’ più recupero della sfida contro il Lornano Badesse. La compagine rossoblù avrebbe meritato sicuramente una sorte diversa per quanto espresso con una rosa ridotta all’osso, per aver giocato gran parte della ripresa con due uomini in meno e per non aver mai smesso di crederci anche una volta incassato il gol avversario. Ma nulla ha potuto alla fine la squadra di Punzi contro almeno quattro episodi che lasciano il tempo che trovano. Le due espulsioni, un calcio di rigore non dato e il gol preso nato da un calcio d’angolo che di fatto non c’era. Naturale che resti sgomento e rammarico a Civita Castellana, ma mister Francesco Punzi (anche lui allontanato nel corso del match) ci tiene comunque a sottolineare le note positive arrivate dalla grande prestazione dei suoi. "Non posso far altro che ringraziare questi ragazzi. Senza undici giocatori dall’inizio siamo stati sul pezzo per tutta la partita, nel primo tempo abbiamo rischiato di andare in vantaggio e nel secondo, anche con la doppia inferiorità numerica, stavamo tenendo ottimamente il campo. I ragazzi hanno corso per undici e tutti, anche chi è entrato dalla panchina, si è speso moltissimo. Stavamo facendo un’impresa sfiorando anche il pareggio al 95’. Un punto in quelle condizioni sarebbe stato preziosissimo e una vittoria ci avrebbe introdotto in un discorso di classifica sicuramente diverso. Detto questo, non possiamo essere contenti del risultato ma non sono abituato a parlare di presunti torti arbitrali e non lo faccio neanche in questa occasione. L’arbitro è un uomo e può sbagliare, non sta a me criticarlo. Ognuno ha il suo ruolo e il mio è quello di fare l’allenatore anche se ripeto, se devo rispondere se sono contento del risultato la mia è risposta è sicuramente negativa". La Flaminia sarebbe dovuta tornare in campo domani ma il club ha chiesto rinvio della gara contro il Cannara con il quadro pandemico all’interno dello spogliatoio che è andato a peggiorare ulteriormente: "Purtroppo abbiamo ancora tantissimi assenti e la situazione non ci consente di scendere in campo domani - prosegue il tecnico - Speriamo di recuperare qualche ragazzo in vista della partita di domenica che sarà un altro step importante. Affronteremo un’ottima squadra come il Trestina che soprattutto davanti ha ottimi giocatori. Noi già da oggi ripartiamo con gli allenamenti per cercare di preparare al meglio questa partita, sperando di giocarla e con qualche elemento titolare recuperato". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE