Cerca

L'intervista

Solimina: "Possiamo soltanto aspettare, per ripartire sarà decisivo il Governo"

Il tecnico dell’Unipomezia si auspica notizie positive in chiave ripartenza dalla riunione del 5 febbraio, anche se i dubbi e le difficoltà da superare sono molteplici

01 Febbraio 2021

Solimina

Solimina (Foto ©Unipomezia)

Con oggi, lunedì 1 febbraio, l’Eccellenza è entrata in quella che dovrebbe essere la settimana decisiva per le sorti della stagione 2020-21. Tra quattro giorni, infatti, il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti si riunirà e dovrà pesare la bilancia, decidendo se e come far ripartire la quinta serie nazionale o se interrompere definitivamente tutto e rimandare l’appuntamento con le competizioni ufficiali direttamente a settembre. Sono giorni di intrepida attesa per l’Unipomezia, con la società e mister Solimina che hanno deciso di dare qualche giorno di riposo ai ragazzi aspettando a questo punto l’esito della riunione di venerdì. A fare il punto in casa rossoblù è lo stesso Claudio Solimina che da un lato vorrebbe ripartire, ma dall’altro è consapevole delle grandi difficoltà che potranno esserci. Parola al mister. "Io personalmente, com tutta la società, ci auguriamo di poter finalmente riprendere a giocare. Non farlo vorrebbe dire tenere i ragazzi fermi per oltre un anno e ciò non aiuterebbe nemmeno le società a ripartire il prossimo anno. Ma è vero anche che tutto dipenderà poi dal Governo, anche perché far ripartire l’Eccellenza metterebbe in atto tutta una serie di meccanismi legati non solo alle prime squadre ma anche alle giovanili, senza dimenticare poi tutti gli altri sport dilettantistici. Inoltre, c’è da capire bene la questione dei costi dei tamponi. Una società come la nostra sono certo che non avrà difficoltà in questo senso, ma i club che avevano fatto un determinato progetto con risorse limitate come faranno? Ecco allora che dovrà intervenire in modo concreto la Federazione per permettere a tutti di sostenere il nuovo protocollo. La paura ad oggi di non ripartire è reale proprio in virtù degli aspetti che ho elencato. Noi ci auguriamo che il 5 venga dato il via libera per ricominciare anche perché abbiamo un obiettivo importante da raggiungere, ci siamo sempre allenati secondo i protocolli e atleticamente stiamo benissimo. Ma le incognite come detto sono tante e la decisione finale spetterà al Governo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE