Cerca

coppa italia

Lazio, tris a Bergamo! Atalanta sconfitta, passano i biancocelesti

I ragazzi di Menichini trionfano in rimonta e volano ai quarti di finale

03 Febbraio 2021

La festa della Lazio

La festa della Lazio (Foto ©sslazio)

TIM CUP PRIMAVERA - OTTAVI DI FINALE
ATALANTA 1 – LAZIO 3

ATALANTA Dajcar, Renault, Ceresoli, Panada, Cittadini, Berto, Sidibe (32’st Italeng), Zuccon, Rosa, Vorlicky, Kobacki (32’st De Nipoti) PANCHINA Sassi, Grassi, Bonfanti, Scanagatta, Mehic, Hecko, Oliveri, Falleni, Roaldsoy, Perego ALLENATORE Brambilla

LAZIO Pereira, Novella, Ndrecka, Marino A., Franco, Pica, Castigliani, Bertini, Tare (25’st Nimmermeer), Guerini (25’st Shehu), Czyz PANCHINA Peruzzi, Zappalà, Floriani Mussolini, Adeagbo, Marino T., Cesaroni, Ferrante, Zagnini ALLENATORE Menichini

MARCATORI Vorlicky 3’pt (A), Czyz 32’pt (L), Castigliani 38’pt (L), Franco 30’st (L)
ARBITRO Perenzoni di Rovereto ASSISTENTI Massimino di Cuneo e Gualtieri di Asti
NOTE Ammoniti Guerini, Rosa, Bertini, Castigliani Rec. 0’-3’


Orgoglio e fiato, questa Lazio in Coppa Italia comincia davvero a stupire. Nonostante in campionato traballi, in Primavera Tim Cup l’aquila tira nuovamente fuori gli artigli dopo le vittorie contro Cosenza e Napoli e sbatte fuori dalla competizione l’Atalanta di Brambilla. Brutto approccio di partita dei biancocelesti che dopo soli tre giri di lancette concedono il gol del vantaggio agli avversari: buono il tiro di Vorlicky che si sistema il pallone, si accentra e la insacca in rete, complice anche una deviazione fatale per Pereira. La squadra di Menichini cerca subito di reagire e lo fa al 6’ con Franco che sfrutta la sua altezza e tenta la spizzata di testa, ma il pallone sfiora il palo. Il gol immediato sveglia i biancocelesti che, dopo una buona iniziativa da parte di Bertini, cercano di gestire il gioco senza però creare occasioni interessanti. Finalmente al 32’ la determinazione regala l’occasione perfetta per il pareggio: buono spunto di Castigliani che serve poi un assist perfetto per Czyz e Dajcar può solo restare a guardare. Il gol è una vera e propria iniezione di fiducia e la Lazio diventa padrona del campo. Al 38’ il numero 7, assistman per la rete del pareggio, si dimostra anche impeccabile su colpo di testa: Bertini da calcio d’angolo mette il pallone in area, ci arriva subito Castigliani che con una pennellata firma il gol dell’1-2. Il primo tempo si chiude con un’altra grande azione della Lazio, con Novella che manda il pallone di poco fuori la porta di Dajcar e una timida e innocua reazione da parte dei bergamaschi con Kobacki. Nella ripresa inizia meglio l’Atalanta, prima con Sidibe, poi Olivieri e nuovamente Sidibe, che sprecano ghiotte occasioni per riportarsi in pareggio. Poche le azioni interessanti da una parte all’altra, con continui acquazzoni che non rendono facile il lavoro alle due squadre. Al 30’ ci pensa Franco a dare il colpo di grazia ai nerazzurri: il centrale di difesa approfitta di un buon cross di Shehu per siglare il gol del tris. Brambilla cerca di dare una scossa ai suoi ragazzi e si affida ai cambi ma la sinfonia non cambia. A Zingonia la Lazio ritrova se stessa e mostra la sua forza ad una Dea cacciata dall’Olimpo delle qualificate ai quarti di finale.
 
 
 
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE