Cerca

Scuola Calcio

JSA, Balzamonti: "I bambini ci stanno seguendo alla grande"

L’allenatore dei classe 2015-2016 gialloviola parla del lavoro svolto in questo periodo e degli obiettivi per il futuro

04 Febbraio 2021

Daniele Balzamonti (Foto ©JSA Football Friends)

Daniele Balzamonti (Foto ©JSA Football Friends)

Daniele Balzamonti, tecnico dei Piccoli Amici 2015-2016 alla JSA Fottball Friends, racconta di come lui ed il suo gruppo stiano affrontando questo periodo particolare: "Sicuramente il momento è estremamente complesso ed, almeno per le nostre generazioni, è una cosa mai vissuta prima. Insieme al direttore Sannibale ed a tutto lo staff abbiamo parlato tanto per adattare le modalità di allenamento alle direttive da rispettare. È normale che agli inizi i bambini richiedevano a gran voce la partita, però pian piano hanno capito e ci stanno seguendo alla grande. Bisogna comunque ricordarsi che a quest'età lo sport per loro è fondamentale, dunque già poter andare al campo e coltivare la propria passione è importante". Le sedute di allenamento proseguono infatti a gonfie vele in casa gialloviola: "Ci tengo a fare una premessa. Io ho conosciuto Simone Sannibale sui campi da calcio, lui come giocatore ed io come arbitro. Devo dire che è stato un grande orgoglio per me la sua decisione di inserirmi nel progetto JSA, proposta che ho accettato con immenso piacere dopo aver lasciato fischietto e cartellini. In questo periodo particolare ho cercato di mettere a disposizione tutta la mia conoscenza a livello motorio, avendo corso le maratone, e gestendo poi il gruppo insieme a mister Walter Passalacqua che è laureato proprio in Scienze Motorie. Abbiamo provato ad inventare esercitazioni sempre nuove sia in questo senso che con il pallone, inserendo ovviamente anche l'aspetto ludico che è fondamentale per far divertire i ragazzi. Sono soddisfatto perché alla fine vediamo i bambini uscire dal campo stanchi e contenti, il che vuol dire che hanno lavorato bene divertendosi". Per concludere, Balzamonti si esprime sugli obiettivi e la speranza per il futuro: "L'obiettivo principale è quello di migliorare la coordinazione dei bambini sotto tutti gli aspetti, a livello motorio e nel rapporto con il pallone che deve essere il loro migliore amico. Per il futuro purtroppo è difficile fare delle previsioni, la speranza è che la situazione sanitaria migliori sempre di più e che si possa presto tornare a giocare a calcio come prima".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni