Cerca

L'intervista

Roberto Delgado: "Stufi di aspettare, vogliamo indicazioni precise"

Lo spagnolo non fa sconti e lancia un messaggio ben chiaro: "Spero che riprenderemo al più presto, devono dirci quando e come"

12 Febbraio 2021

Roberto Delgado

Unipomezia, Roberto Delgado (Foto ©Torrisi)

Sono ancora tante le incertezze che gravitano attorno alla ripartenza del campionato di Eccellenza. E’ vero che la Lega Nazionale Dilettanti ha espresso il proprio assenso, ma in attesa dell’ok della FIGC mancano ancore le date e il format certo per la prosecuzione della stagione 2020-21. Un’aria che resta dunque pesante come afferma l’esterno dell’Unipomezia, Roberto Delgado: "Sono molto amareggiato di questa situazione, purtroppo siamo considerati come l’ultima ruota del carro. Sì, hanno detto che si riparte ma quando? Come? Perché tutta questa differenza con la Serie D? Secondo me bastava, dall’inizio, attuare lo stesso protocollo per far continuare anche l’Eccellenza. Ricordiamoci che questa categoria dà 36 squadre alla Serie D, quindi perché tutta questa disparità di trattamento? Ricordiamoci inoltre che tanti, anche in Eccellenza, con il calcio ci vivono e non è giusto che non possiamo svolgere il nostro lavoro. In questo momento serve chiarezza più che mai. Un altro aspetto su cui no sono assolutamente d’accordo è poi quello delle non retrocessioni. Così si falsa ancora di più un campionato già alterato e che è stato fermo quattro mesi. Ci saranno squadre che manderanno in campo la Juniores ed altre che neanche si presenteranno. Questo non credo sia giusto soprattutto nei confronti di club come il nostro che hanno investito molto su questa stagione e che alla fine rischiano di perdere tutto. Sono invece dell’idea che il campionato debba concludersi interamente, anche giocando fino a luglio un modo si trova. Detto questo, il mio augurio più grande è quello di ritornare effettivamente in campo, come lo vogliono tutti i miei compagni di squadra per onorare gli impegni presi con la società, ma devono dirci al più presto cosa dobbiamo fare". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE