Cerca

L'intervista

Ferazzoli: "Ripartiamo dall’ultima prestazione, con voglia ed entusiasmo"

Nella 17ª giornata gli azzurri sono stati spettatori e torneranno in campo mercoledì contro il Cannara. Il tecnico fa il punto indicando la via da seguire

15 Febbraio 2021

Fabrizio Ferazzoli

Fabrizio Ferazzoli, tecnico del Montespaccato (©Vamos)

Nell’ultima giornata di campionato, la 17ª del girone d’andata, il Montespaccato ha recitato il ruolo di spettatore. La sfida degli azzurri contro il Badesse è stata infatti rinviata a data da destinarsi e ieri è stato dunque un turno di studio in vista del prossimo match, quello di mercoledì, contro il Cannara. A fare il punto in casa Monte Savoia è il "sergente di ferro", un Fabrizio Ferazzoli determinato più che mai a tirare fuori il prima possibile i suoi dalle sabbie mobili del girone E. Queste le parole del mister: "Dobbiamo ripartire dalla prestazione contro il Tiferno di mercoledì scorso. Lì abbiamo riacquisito quelle che sono le nostre caratteristiche principali giocando con voglia ed entusiasmo. Abbiamo messo in difficoltà un’ottima squadra, che ieri tra l’altro ha dimostrato di valere i primi posti vincendo uno scontro diretto importante, avendo noi le occasioni migliori per vincere la partita. All’inizio avrei probabilmente firmato per uscire dal campo con un pareggio, ma alla luce di quanto si è visto alla fine questo 0-0 ci sta anche stretto. Però sono contento della prestazione dei ragazzi e mi fa ben sperare per quello che è il nostro obiettivo.   Questa squadra non deve mai perdere l’entusiasmo e la grinta, sono queste le nostre doti migliori e dobbiamo cercare di sfruttarle sempre". Tra due giorni il Montespaccato incontrerà un’altra big del girone E, il Cannara. "Sarà un’altra partita molto impegnativa e fisicamente dura - prosegue Ferazzoli - E’ vero che loro vengono da due sconfitte consecutive ma hanno un grandissimo potenziale. Dovremo essere bravi a ripetere la prestazione contro il Tiferno, in questo momento dobbiamo racimolare più punti possibili per tirarci fuori dalla zona di classifica che occupiamo. Delle squadre nelle retrovie siamo quella che dovrà recuperare più partite quindi c’è tempo e margine per risalire la china". Infine, il tecnico analizza i risultati sentenziati dall’ultimo turno e che riguardano gli azzurri da vicino: "Non possiamo lamentarci. Il Grassina ha perso e qualche altro risultato a noi favorevole c’è stato. Ma in ogni caso dobbiamo continuare a guardare soltanto a noi stessi. Siamo noi gli artefici del nostro futuro".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE