Cerca

Primavera 1

Lazio, il pareggio ti sta stretto. Contro la Spal manca solo il gol

Buona la reazione dei biancocelesti che giocano un'ottima gara ma portano via solo un punto

18 Febbraio 2021

10a GIORNATA - 17 febbraio 2021

Lazio 0 - 0 Spal
Enzo Adeagbo

Enzo Adeagbo, uno dei migliori in campo (Foto ©DeCesaris)

LAZIO Furlanetto 6.5, Adeagbo 6.5 (18’st Pica 6), Ndrecka 7, Bertini 6, Franco 6, Armini 6, Novella 6.5, Ferrante 6 (15’st Nasri 5.5), Tare 5.5 (15’st Guerini 6), Shehu 6.5, Cerbara 6.5 PANCHINA Pereira, Peruzzi, Floriani, Migliorati, Zaghini, Cesaroni, Marino T. ALLENATORE Menichini
SPAL Galeotti 6.5, Iskra 6, Yabre 6.5, Peda 6.5, Raitanen 6.5, Zanchetta 6, Colyn 6 (26’st Mamas 6), Ellertsson 6, Moro 5.5, Campagna 6.5 (26’st Carra 6), Mendoza 6 PANCHINA Rigon, Pezzolato, Savona, Alcides Dias, Owolabi, Borsoi, Simonetta, Fiori, Pinotti, Piht ALLENATORE Spano


ARBITRO Cavaliere di Paola 6 ASSISTENTI Micaroni di Chieti e Bonomo di Milano
NOTE Ammoniti Raitanen, Nasri Angoli 0-8 Fuorigioco 0-3 Rec. 0’- 3’

Solo un punto ottenuto ma la reazione della Lazio c’è stata ed è stata molto forte. Inizio timido da parte della squadra di Menichini, poi sono arrivati coraggio ed orgoglio a riequilibrare il match. Il primo quarto d’ora vede in campo una sola squadra: gli estensi schiacciano subito la Lazio nella propria metà campo e in completo rosso mostrano un ottimo calcio. Al 2’ subito bella azione personale di Yabre, palla che finisce sui piedi di Campagna ma il numero dieci si fa trovare in ritardo e la spara alta sopra la traversa. I biancocelesti fanno fatica a conquistare il pallone e a trovare spazi per portarsi in avanti ma lentamente aumentano il pressing. Ancora una volta Furlanetto si rivela un ottimo portiere su cui fare affidamento, bravo a neutralizzare ogni azione insidiosa da parte della Spal. Al 22’ però inizia ad accendersi la Lazio che porta la partita in sostanziale equilibrio. La lenta ma evidente crescita dei biancocelesti trova il culmine al 27’ con la prima vera occasione per sbloccare il risultato: insidiosissimo il tiro di Ndrecka che col mancino a giro manda il pallone ad un soffio dal palo alla sinistra di Galeotti. Alla mezz’ora il match mostra finalmente una Lazio totalmente diversa rispetto a quella vista nei primi quindici minuti, nonostante il gioco spezzettato blocchi spesso belle azioni da una parte e dall’altra. Al 42’ la Spal conquista un calcio di punizione da posizione interessante: lo schema sembra funzionare ma la difesa della Lazio è intelligente e costringe gli avversari ad oltrepassare la linea del fuorigioco. Nella ripresa parte col botto la formazione casalinga con Cerbara che trova lo spunto personale, inseguito da due giocatori avversari si porta avanti il pallone ma Galeotti è bravissimo a respingere. Al 15’ lo sprint di Novella accende un secondo tempo poco movimentato: formidabile il difensore laziale che conquista il pallone per ben due volte, la sfera arriva sui piedi di Cerbara che a un metro dalla porta non riesce a beffare Galeotti. Match che diventa progressivamente più combattuto, coi i due allenatori che puntano ad inserire forze fresche che riescano a sbloccare il match. Continui capovolgimenti di fronte portano le due compagini ad allungarsi: al 30’ contropiede insidioso da parte della Spal con Novella che rischia tantissimo spazzando male una palla in area su cui fortunatamente per la Lazio non arriva nessuno. Al 34’ ancora una grande occasione sprecata dalla squadra di Menichini: buono lo spunto di Ndrecka, migliore in campo, che scarica bene per Bertini, il mediano prende la mira, calcia forte ma palla finisce alta sopra la traversa. Al 40’ anche la Spal butta via due opportunità clamorose di portarsi in vantaggio: Moro sbaglia prima il colpo di testa sul secondo palo con Iskra che aveva visto il compagno posizionato bene per essere servito, poi un minuto dopo ancora il bomber degli estensi sbaglia su passaggio di Carra a porta completamente libera. Al 45’ altra buona iniziativa di Novella che salta tre avversari in area, scarica per Bertini, il tiro è potente ma troppo centrale e Galeotti fa sua la sfera.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

# Squadra Punti G V N P GF GS

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni