Cerca

L'intervista

Lorenzo Orlando a 360 gradi: "Capitan Carcione una chioccia. Brozovic il mio modello"

Parola al giovane centrocampista del Cassino, vincitore dell'ultimo sondaggio social

20 Febbraio 2021

Lorenzo Orlando

Il vincitore dell'ultimo sondaggio, Lorenzo Orlando (Foto ©Cassino)

Con 375 reactions, è Lorenzo Orlando il miglior calciatore della 17esima giornata di Serie D. Una bella soddisfazione per il baby centrocampista del Cassino, autore nell’ultimo match degli azzurri della sua prima doppietta in categoria. Lasciamo allora spazio alle parole del classe 2002, che con l’emozione della prima volta si racconta. 

Buongiorno Lorenzo, è la prima volta che vinci il sondaggio di Gazzetta Regionale?

"Sì è la prima volta che vinco il sondaggio di Gazzetta Regionale, sono molto contento anche perché vi seguo tantissimo. Per me è motivo di orgoglio".

Che sensazione hai provato a risultare il miglior calciatore dell’ultima giornata?

"È una bellissima soddisfazione risultare il miglior calciatore dell’ultima giornata, per me rappresenta anche un premio per tutti i sacrifici fatti finora e che continuerò a fare. Poi si sa, in Serie D ci sono molti calciatori forti e di spessore e questo per me è un riconoscimento non da poco".

La tua prestazione ha contribuito a far ritrovare i tre punti alla squadra dopo un periodo non troppo fortunato. E’ stata la tua prima doppietta in D?

"Sì, la prestazione ha contribuito a far trovare i primi tre punti del 2021 alla squadra, sono molto contento perché tutto il gruppo meritava questa vittoria dopo le ultime 5-6 partite in cui creavamo molto e raccoglievamo poco. E’ stata la mia prima doppietta in D, la gioia è tanta sia a livello personale che per la squadra. Si lavora tutti quanti insieme per un obbiettivo comune. Questi due gol li vorrei dedicare ai miei genitori, alla mia famiglia e alla mia fidanzata che mi sono stati sempre vicino e mi hanno sempre supportato in tutto".

Domani c’è il derby con l’Insieme Formia. Come lo state preparando?

"Sappiamo già che sarà una gara difficile come tutte le partite in Serie D, ancora di più perché è un derby e la voglia di riscatto dopo la sconfitta dell’andata è molta. Sappiamo che è una squadra quadrata, con le idee chiare e che sta facendo benissimo. Abbiamo massimo rispetto per loro, ma penso che non siamo inferiori a nessuno e stiamo preparando la partita in base ai nostri punti di forza e sulle nostre caratteristiche, curando i minimi particolari che sono poi fondamentali”.

Sei uno dei tanti giovani talenti scovati dal Cassino. Come ti trovi in questa società?

"Al Cassino devo molto perché mi ha dato una possibilità non da poco investendo in un progetto per valorizzare i giovani che non è da tutti anzi, per questo ringrazio in particolare il presidente Nicandro Rossi. Nella società mi trovo benissimo, con lo staff e con lo spogliatoio che mi hanno dato una grandissima mano già dall’anno scorso ad integrarmi nel calcio dei grandi. Un grazie immenso va a tutti gli over della rosa che a noi giovani ci aiutano, ci consigliano e ci danno una grandissima mano. In primis il capitano Imperio Carcione che mi ha preso sotto la sua "ala" e mi ha insegnato tanto, in campo e fuori. Davvero un grande calciatore e una grande persona".

Quali sono le tue ambizioni per il futuro?

"Le mie ambizioni future sono di finire bene il campionato qui a Cassino, poi vedremo nel mercato di giugno cosa succederà. Penso soltanto al campo e a migliorami sempre di più. Vorrei fare un percorso graduale magari passando per una Lega Pro per poi salire piano piano senza fare il passo più lungo della gamba".

C’è un giocatore al quale ti ispiri?

"Sì, il giocatore a cui mi ispiro è Marcelo Brozovic dell’Inter, che è anche la squadra per cui tifo. Mi piace molto il suo modo di giocare e mi rispecchia molto. Un giorno spero di essere io fonte d’ispirazione per altri ragazzi". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE