Cerca

L'intervista

Monte Savoia, Gambale: "Trastevere grande squadra, ci vorrà la miglior prestazione"

Il bomber degli azzurri analizza il momento e punta il dito verso il derby di domenica contro la squadra di Pirozzi

26 Febbraio 2021

Diego Gambale

Il bomber azzurro, Diego Gambale (Foto ©Vamos)

Giocare ogni tre-quattro giorni non aiuta sicuramente a ricaricare del tutto le pile, ma al Montespaccato di questo momento probabilmente il campo può far solamente bene. Gli azzurri stanno infatti attraversando un ottimo momento fisico e soprattutto mentale dopo gli ultimi grandi risultati ottenuti con formazioni di vertice e davvero ben attrezzate. Un Montespaccato che con le grandi ha dimostrato fin qui il suo volto migliore e dovrà mantenerlo anche tra due giorni, quando in casa arriverà la capolista del girone E, il Trastevere di Pirozzi. All’andata pesarono diversi errori di inesperienza e il risultato fu a senso unico in favore degli amaranto, ma per domenica si prospetta tutta un’altra partita. A fare il punto in casa azzurra è Diego Gambale, parola al bomber. "Stiamo attraversando un buon momento e abbiamo ritrovato la giusta consapevolezza di essere una squadra che non poteva meritare la classifica che aveva fino a qualche settimana fa e che può ancora risalire. Ma purtroppo il campo ha detto che siamo riusciti a seminare questo quindi non dobbiamo mollare e continuare a lavorare come stiamo facendo con la massima concentrazione, soprattutto in vista di una partita difficilissima come quella di domenica prossima". Contro il Trastevere sarà un derby sentito da ambo le parti. "Sappiamo bene la loro forza, sono primi in classifica e all’andata ci batterono 4-0. Perciò la voglia di rivalsa è tanta, e poi vogliamo regalare una grande gioia al nostro Presidente che ci è sempre stato vicino anche nei momenti più difficili e che meriterebbe un successo del genere. Ci stiamo preparando bene con un solo obiettivo, quello dei tre punti sapendo che ci vorrà la miglior prestazione per batterli”. Infine, Gambale fa una disamina sul suo ultimo periodo e sul modulo a due punte. “Con Aimone mi trovo bene, anche perché se prima la difesa aveva gli occhi tutti su di me adesso riesco invece a trovare magari qualche spazio in più ed è così anche per lui. Ultimamente mi è mancato il gol e mi manca tuttora, ma sono sereno anche perché essere ossessionato dal ricercarlo non mi aiuterebbe affatto. Si sa, per un attaccante il gol è tutto ma sono convinto che ritornerà presto, magari già a partire da domenica".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE