Cerca

Focus

Roma, Morichelli una piacevole "sorpresa". Ottima prova con la Samp

Il difensore centrale classe 2002, alla prima da titolare con la Primavera di Alberto De Rossi, si è reso protagonista di una prestazione importante

01 Marzo 2021

Morichelli

Raul Morichelli ©Instagram

Sampdoria-Roma non avrà sicuramente soddisfatto appieno dalle parti di Trigoria. Un'eventuale vittoria in casa dei blucerchiati avrebbe permesso alla formazione di Alberto De Rossi di dare continuità al successo interno con l'Empoli e, soprattutto, di mantenere un passo costante e decisivo, un trend da primatista. In quel di Genova i ragazzi di Tufano non hanno fatto altro che confermare le impressioni di questa prima parte di stagione: squadra attenta che fa dell'attenzione e dell'organizzazione tattica il proprio cavallo di battaglia. Il pareggio in extremis di Prelec ha "rovinato" l'ottimo lavoro svolto dai giallorossi. Un gol subìto in maniera a dir poco ingenua, in cui tutti i difendenti (Boer compreso) si sono incredibilmente fermati per guardare l'arbitro dopo il contatto tra Vicario e Montevago. Nel momento di smarrimento generale anche Raul Morichelli non ha fatto il massimo, non riuscendo poi ad intervenire in maniera efficace sulla zampata dell'attaccante doriano. Un errore di cui far tesoro per le prossime gare e soprattutto per il futuro. Tale leggerezza, se pur decisiva ai fini del risultato, non ha però cancellato l'ottima prova di Morichelli. Alla prima gara da titolare con la maglia della Primavera è sceso in campo con la calma e la tranquillità di un leader, guidando la retroguardia capitolina con grande autorevolezza. Il centrale difensivo classe 2002 si è reso protagonista di un'ottima prestazione, eccellente se non fosse stato per quell'appannamento finale. Ma la solidità e la reattività con cui ha difeso lo specchio romanista rimangono, e Morichelli ne aveva dato un saggio anche nelle amichevoli precampionato distinguendosi tra i migliori del reparto giallorosso. Poi le scelte di Alberto De Rossi hanno virato principalmente verso altri lidi, considerando che il trio Ndiaye-Vicario-Feratovic è quello titolare. Ma se il classe 2002 dovesse confermare quanto di buono fatto, qualche chance in più gli sarà dovuta. Tra le altre cose la sua presenza contro la Sampdoria è stata frutto delle esigenze vista l'indisponibilità di Feratovic, squalificato. Con lo sloveno a disposizione probabilmente Morichelli siederà nuovamente in panchina se mister De Rossi dovesse scegliere di continuare con il consueto trio difensivo. O chissà, magari troverà ancora spazio, probabilmente a discapito dell'argentino Vicario che del pacchetto arretrato è quello che da inizio stagione ha dato minori garanzie. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE