Cerca

l'intervista

Cortina, voce a tre classe 2007: "Ci manca la partita"

Edoardo Merlini, Filippo Manico e Francesco De Giosa parlano di come stiano affrontando questi mesi particolari

18 Marzo 2021

Francesco De Giosa ed Edoardo Merlini (Foto ©Cortina Sporting Club)Foto

Francesco De Giosa ed Edoardo Merlini (Foto ©Cortina Sporting Club)

È un periodo complicato per il settore giovanile dilettantistico, al momento impossibilitato a praticare allenamenti collettivi e gare ed ora con la zona rossa fermo anche con le sedute individuali al  campo. Nonostante le difficoltà però, la passione per il calcio continua a battere forte nel cuore di questi ragazzi. Questo è quello che si evince dalle parole di Edoardo Merlini, capitano dell'Under 14 del Cortina Sporting Club: "È sempre stato un piacere poter vedere i compagni ed allenarci insieme, anche se ovviamente la mancanza della partita si fa sentire per tutti. In questo periodo sto cercando di concentrarmi molto nel migliorare in tutti i fondamentali tecnici, perché stiamo lavorando tanto appunto sulla tecnica individuale e speriamo quando si potrà tornare a giocare di mettere a frutto tutto l'impegno di questi mesi. Sono molto contento di indossare la fascia ed è un grande onore per me, poi devo dire che il nostro gruppo è davvero fantastico ed unito. Chiaramente la mia speranza più grande è che si possa tornare presto a disputare allenamenti collettivi e partite, quando sarà possibile farlo in massima sicurezza, noi non vediamo l'ora". Segue a ruota anche Filippo Manico, altro giovane classe 2007 biancoverde: "Sicuramente sono molto contento di potermi allenare, anche se in questa forma particolare. Chiaramente le sedute sono cambiate, perché prima si lavorava anche in funzione della partita e si potevano fare tante cose in più che ora non sono permesse. Lavoriamo molto sull'aspetto atletico e sulla tecnica, lo staff poi si impegna tantissimo per proporci esercitazioni sempre nuove. L'unione del gruppo si sta rivelando fondamentale, poter affrontare questo periodo così particolare insieme ai miei compagni facendoci forza l'un l'altro è davvero bellissimo. Spero tanto che se la campagna vaccinale prosegua bene, in estate si possa riuscire almeno a riprendere con gli allenamenti collettivi e con qualche amichevole. Le emozioni della partita ci mancano tanto e tornare a viverle sarebbe molto importante per noi, soprattutto a livello morale". In conclusione, ecco anche le parole di Francesco De Giosa, un altro dei ragazzi più rappresentativi della compagine Under 14 del Cortina Sporting Club: "Credo che l'allenamento sia comunque una cosa molto bella, oltre che una valvola di sfogo importante per noi in questo periodo così particolare. Chiaramente ci mancano le partite e le emozioni che ne derivano, visto che purtroppo sono ormai sei mesi che non le disputiamo. Per quanto riguarda il futuro ovviamente non posso prevederlo, però penso dipenda molto da tutti noi e da come ci comportiamo. Dobbiamo cercare di rispettare le regole ed evitare un nuovo aumento di contagi, solo così verso giugno si potrà riprendere magari con gli allenamenti collettivi e con qualche amichevole".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni