Cerca

L'intervista

Css Tivoli, Tofani sulle giovanili: "Speriamo in una riapertura parziale"

Il Presidente del club tiburtino analizza il quadro generale a 360 gradi, consapevole dei rischi relativi alla pandemia ma fiducioso in vista del futuro

22 Marzo 2021

Emiliano Tofani

Il Presidente della Css Tivoli, Emiliano Tofani

Ad esclusione del campionato di Eccellenza, riconosciuto d’interesse nazionale e che dunque ha avuto l’ok per ripartire, tutte le altre categorie resteranno invece ai box, comprese ovviamente anche le giovanili. Un’altra stagione maledetta per tutto il movimento dilettantistico, con conseguenze importanti a tutti i livelli anche in vista del futuro. Ne abbiamo discusso con il Presidente della Css Tivoli, Emiliano Tofani. Parola a lui.

Purtroppo per le giovanili la stagione si è di fatto conclusa. Come giudichi questa decisione?  

"Sicuramente dispiace, perché nelle ultime 2 stagioni si è davvero giocato pochissimo, ma allo stesso modo dobbiamo essere tutti sinceri ed onesti nel dire che non poteva che essere cosi’. Non ci sarebbero mai state le condizioni per ripartire con i vari campionati giovanili, impensabile affrontare per tutte le società i protocolli di sicurezza che si applicano in Serie D e tra poco anche nell’Eccellenza. Quello che chiediamo è di poter tornare ad allenarci individualmente aspettando tempi migliori per poter tornare a giocare a "calcio". Bisogna far tornare a correre e divertire i ragazzi nel rettangolo di calcio, con le giuste precauzioni, ma liberi di continuare a praticare sport".

In un contesto del genere, temi che qualche ragazzo possa lasciare addirittura il calcio? 

"La paura c’è, noi stessi in questi mesi di solo allenamento abbiamo notato quanto è difficile tener concentrati ed attivi i ragazzi senza poi poter disputare la partitella a fine allenamento. Ma i nostri tecnici e istruttori hanno egregiamente differenziato gli allenamenti in modo da tenere i vari gruppi sempre uniti e compatti. Ci sarà sicuramente chi lascerà perdere il calcio, ma sono allo stesso modo sicuro che tanti ragazzi torneranno ad apprezzare lo sport e l’attività sana svolta all’aperto".

Come si programma la stagione futura dopo l'ennesimo anno travagliato e rimasto inconcluso? 

"Ad ora è davvero difficile pensare come programmare la prossima stagione, siamo ancora concentrati e fiduciosi su come concludere questa. Sicuramente speriamo in una riapertura parziale che dia modo ai nostri ragazzi di tornare in campo, magari allungando la stagione fino a fine Giugno, come successe l’anno scorso".

Ora tutte le ambizioni sono rivolte alla prima squadra della Tivoli. Che ne pensi del girone C?

"Sì, ora si riparte con l’Eccellenza, abbiamo un mini campionato di 11 giornate da giocare tutto d’un fiato. Noi siamo pronti". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE