Cerca

Focus

Lazio, Ferrante e Mancino: un derby da aquile per un calcio al passato

Cresciuti nel settore giovanile della Roma, domani affronteranno i giallorossi da ex

23 Marzo 2021

Mancino e Ferrante

Mancino e Ferrante ©Cippitelli

Ferrante e Mancino, Mancino e Ferrante. Da inizio stagione sono loro due ad illuminare le manovre offensive della Lazio targata Tommaso Rocchi. Nonostante le ottime prestazioni personali sin qui, però, i biancocelesti devono ancora centrare la prima vittoria stagionale. Mercoledì c’è il derby contro la Roma. Basterebbe questo per infiammare un match che nella Capitale è sempre molto sentito, anche a livello di settore giovanile. E c’è il passato di Mirco e Mirko a gettare ulteriore benzina su una stracittadina che promette scintille. Entrambi cresciuti nel vivaio della Roma, domani dovranno fare i conti con i fantasmi del passato e chissà che non trovino la forza per trascinare i compagni proprio nella sfida più importante dell’anno. La storia di Ferrante e Mancino sembrava destinata ad essere vissuta sulla sponda giallorossa del Tevere, fin quando il destino non ha deciso di mischiare le carte...
Ferrante e Mancino, con la maglia della Roma, insieme a Rosa, ora all'AtalantaMirco Ferrante inizia il suo percorso come ala d’attacco, gol a valanga e giocate di ottima fattura. Nel 2016 l’allora mister Lucarelli decide di cambiargli ruolo arretrandolo sulla linea dei centrocampisti, posizione di campo da lui occupata tutt’ora. Quando tocca il pallone le sue qualità emergono in maniera evidente. Così come quando trova spazi e tempi impensabili per tanti altri. Ferrante, tra le altre cose, alla Lazio segnò pure e per ben due volte. Derby di poco conto, quelli ai tempi della scuola calcio, ma a un bambino non interessa. Un bambino vede la maglia dei rivali e si esalta. Il bello del calcio, in fin dei conti, è anche questo. Mirco “purga” due volte i biancocelesti: la prima stracittadina che porta la sua firma è quella del 2013/2014, la seconda ai tempi dei Giovanissimi Elite. Due assist, un gol e vittoria in cassaforte. Ferrante e Mancino nel frattempo crescono, maturano e, purtroppo per loro le cose cambiano. Ferrante ha la sfortuna di infortunarsi nel gennaio del 2018, un mese fermo e al rientro non ritrova la brillantezza delle settimane precedenti all’infortunio, il posto da titolare nemmeno. Anche le qualità di Mancino erano sotto gli occhi di tutti, ma il fantasioso esterno non è mai riuscito ad esprimerle al meglio con la lupa sul petto. Un carattere particolare, sensibile sotto certi punti di vista, tanto che quando non sente la fiducia tende a perdersi. In entrambi i casi a fare la differenza è stato Mauro Bianchessi che con le parole, e con i fatti, è riuscito a rimettere in sesto due ragazzi piuttosto demoralizzati. Ha dato loro la fiducia che serviva, quella che ha permesso ai ragazzi di tornare a livelli importanti. La Lazio è così riuscita ad assicurarsi le prestazioni di due giovani che, da lì a pochi anni, sarebbero diventati i migliori elementi del settore giovanile biancoceleste. Arriviamo così al presente, proiettati verso l’imminente futuro. Mercoledì alle 11.00 l’Agostino Di Bartolomei ospiterà un derby che, per quanto riguarda le under professionistiche di Roma e Lazio, nelle gare ufficiali mancava da tantissimi anni. L’aquila deve ancora centrare la prima vittoria stagionale e ottenerla nella stracittadina darebbe una svolta alla stagione. I ragazzi di Tommaso Rocchi l’hanno sfiorata più volte, arrendendosi spesso nei minuti finali (Sassuolo e Torino docet). La lupa ha dominato le recenti uscite, ma l’anticipo di venerdì scorso ha “ridimensionato” i giallorossi, sconfitti in casa della Fiorentina. Non resta che attendere il calcio d’inizio di domani mattina per capire come proseguirà la stagione di entrambe le formazioni. Solo una cosa è certa: Roma-Lazio non sarà mai una partita come le altre. Per Mirco Ferrante e Mirko Mancino il derby sarà ancor più speciale.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE