Cerca

Primavera 1

Ecco la nostra Top 11: Zalewski, Milanese, Raul Moro e...

Complice la sosta dell'ultimo turno, abbiamo stilato la nostra formazione ideale per il campionato di Primavera 1

31 Marzo 2021

Zalewski, Milanese e Raul Moro

Zalewski, Milanese e Raul Moro: i tre capitolini nella Top 11

Dopo la prima giornata di ritorno del campionato, complice la sosta decisa per questo turno, abbiamo stilato la formazione ideale per la Primavera 1. A guidare questo dream team c’è Felice Tufano, tecnico della Sampdoria. I blucerchiati si sono innalzati a grandissima rivelazione del campionato tanto da conquistare con le unghie e con i denti la seconda posizione in classifica. Decisiva, da questo punto di vista, la vittoria per 2-1 ai danni dell’Inter, maturata proprio nell’ultima giornata. Il modulo scelto è un offensivo 3-4-3 con il centrocampo a rombo, così da valorizzare tutto l’estro e la fantasia di questa squadra.  

Il muro

A difendere i pali c’è William Rovida, promettente portiere classe 2003 che si è imposto come uno dei migliori numeri 1 dell’intera categoria. Non è semplice alternarsi con un collega del calibro di Filip Stankovic, spesso convocato in prima squadra, ma all’estremo difensore appena diciottenne l’arduo compito sta riuscendo alla grande. Sette partite disputate, ben quattro clean sheet e persino due rigori parati (contro Juventus ed Empoli). A proteggere Rovida ci pensano tre difensori di qualità, quantità e sostanza. Come terzo di sinistra Moustapha Yabre, veloce e possente 2002 della SPAL che in diverse gare è stato il migliore in campo tra le fila estensi. Per comandare i movimenti della retroguardia fiducia a Lorenzo Miretti dell’Inter. È anche e soprattutto grazie ai suoi interventi che la compagine nerazzurra ha subìto appena 13 gol e vanta la migliore difesa del campionato. Chiudiamo il reparto difensivo con Luca Stanga del Milan, promettente giovane del vivaio lombardo di cui si dice un gran bene. Non sarà un caso se anche Stefano Pioli lo stia monitorando con attenzione, tanto da convocarlo per alcune gare della prima squadra.  

Rombo di tuono

Come accennato precedentemente, abbiamo optato per un centrocampo a rombo. A dettare i tempi ci penserà Luciano Pisapia della Juventus da vertice basso. Un ragazzo cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi tempi. Ricorda Nicolò Barella per corsa, qualità, attenzione alla fase difensiva e supporto alla manovra d’attacco. Ai suoi lati due Tommaso: Baldanzi e Milanese. Il gioiellino classe 2003 dell’Empoli con il pallone tra i piedi fa il bello ed il cattivo tempo. 7 gol e 3 assist il suo bottino, un giocatore imprescindibile per i toscani. L’altro Tommaso lo conosciamo bene, è Milanese, di cui tanto si è parlato in questa stagione, anche e soprattutto per il gol in Europa League con i grandi di Paulo Fonseca. Giocatore dalle doti tecniche sopra la media, intelligente tatticamente, può essere impiegato in diverse zone del campo dalla mediana in avanti. Il trequartista alle spalle del tridente offensivo è Simone Trimboli, fantasista della Sampdoria che ha contribuito in maniera importante all’ottimo percorso dei blucerchiati con 3 gol ed un assist.  

Fioccano i gol

27 realizzazioni in tre, fantasia ed immensa qualità al potere. La prima punta della Top 11 porta il nome di Marco Cosimo Da Graca, attaccante della Juventus che ha esaltato tutte le sue doti nella fase di finalizzazione bianconera. Sulle corsie esterne i due gioiellini della Capitale. Sul versante di sinistra Raul Moro, pedina indispensabile nello scacchiere di Leonardo Menichini. La sua importanza si denota soprattutto quando non c’è, con la Lazio che ha terribilmente faticato senza i suoi strappi. Sul settore di destra spazio invece Nicola Zalewski, un altro nome che a proposito di importanza pesa, e molto. La capolista Roma è riuscita a conquistare punti anche senza di lui, ma un dato eloquente ci permette di capire meglio quanto l’italo-polacco sia fondamentale negli automatismi giallorossi di Alberto De Rossi. Con Zalewski in campo la Roma ha sempre segnato minimo due reti. Senza Zalewski sul rettangolo verde i lupacchiotti non hanno mai realizzato più di un gol.  

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE