Cerca

Mercato

Sporting Ariccia, centrocampo a Vartolo: "Daremo filo da torcere a tutti"

Grande colpo dei castellani che potranno contare sulle geometrie e sull'esperienza dell'ex Pro Cisterna

29 Marzo 2021

Vartolo

Gabriele Vartolo (Foto ©De Cesaris)

Saranno dieci partite in cui lo Sporting Ariccia vorrà sicuramente ben figurare. La matricola del girone B del campionato di Eccellenza era stata in grado di inchiodare sul pareggio l'Unipomezia a settembre sfiorando addirittura il successo a via Varrone dimostrando già ottime cose, e il "restart" servirà ai ragazzi di Trinca soprattutto per maturare esperienza in categoria in vista della prossima stagione. Ma come detto lo Sporting non si limiterà al semplice ruolo di comparsa, lo testimonia il grande colpo effettuato dal club a centrocampo ingaggiando un castellano doc come Gabriele Vartolo. Esperienza e qualità per il regista proveniente dalla Pro Cisterna, che analizza così il suo passaggio nel team di Ariccia. "Ho scelto questa piazza perché è come sentirmi a casa. Conoscevo già il mister, come i preparatori e qualche dirigente. Ho avuto la fortuna di aver giocato già con molti ragazzi della rosa quando militavo al Cynthia, la maggior parte di loro due anni fa si affacciava appena al calcio dei grandi ed ora li ritrovo qui, cresciuti sia sul piano umano che sul piano calcistico. Mi ha spinto ad accettare soprattutto il mister con le sue parole, volendo all’interno della rosa l'uomo prima ancora che il calciatore. Questo è un aspetto a cui tengo molto. Le impressioni sono stra-positive. Seppur giovanissima la rosa è composta da elementi molto validi. Da parte mia sto mettendo dentro la benzina giusta per farmi trovare pronto l’11 aprile, visto che comunque a Cisterna l’ultimo allenamento l’avevo fatto il 30 novembre. Mi sono allenato da solo, ma in campo è sempre un’altra cosa. Il campionato, se così si può chiamare, sarà secondo me una sorta di "Mondiale" dove ogni partita sarà a sé, come una finale. Penso che ogni squadra che partecipi sia ambiziosa, come ogni giocatore. Se non lo sei a mio avviso devi smettere, quindi il nostro obiettivo sarà giocarsi 10 finali al massimo. La prima sarà l’11 in casa dell’Unipomezia, sono sicuro che daremo filo da torcere a tutti". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE