Cerca

L'intervista

Leone: "Sfrutteremo questo 'torneo' per preparaci alla prossima stagione"

Il tecnico del Villalba esprime la sua opinione sul nuovo format per la ripresa del campionato e definisce l'obiettivo dei suoi ragazzi

03 Aprile 2021

Leone

Il tecnico del Villalba, Diego Leone (Foto ©Conti)

Non otto giorni come tutte le altre squadre del girone, ma quindici, separano il Villalba dalla ripresa del campionato. La compagine allenata dal tecnico Diego Leone, infatti, riposerà nella prima giornata di questo "torneo", come previsto da calendario. Se da un lato questo può essere un vantaggio, dato che il gruppo avrà una settimana di allenamenti in più per prepararsi all'impegnativa trasferta sul campo della W3 Roma Team, dall'altro il club padrone di casa avrà 90 minuti alle spalle, utili a riabituarsi al ritmo partita. Un fattore che non sembra preoccupare il mister: "In questo contesto la problematica vera è quella fisica, con allenamenti a intermittenza i giocatori rischiano. Tu li vuoi portare in una certa condizione in un dato tempo, ma gli infortuni sono dietro l'angolo. Cercheremo di fare il massimo per portarli ad uno stato fisico accettabile. La voglia di giocare era tanta quindi andava bene anche partire l'11".

Qual è stata la sua sensazione e quella dei suoi calciatori per questa decisione inaspettata per certi versi? "Io avrei accettato, vista la situazione generale, anche lo stop definitivo. Però sono felice soprattutto per i ragazzi che sono molto contenti di ricominciare. Abbiamo giocato la prima partita e poi subito un mese di stop, dopo di che ancora un match e di nuovo ci siamo dovuti fermare per la seconda volta. Allenarsi sapendo di non poter dimostrare ciò che si è prodotto la domenica è come studiare non conoscendo la data dell'esame. I miei calciatori chiedevano sempre di questa eventuale ripresa. C'è tanto di anomalo in questa stagione, capisco chi si lamenta perché non riparte mentre noi sì. Ora i ragazzi perlomeno hanno un traguardo che è la gara del fine settimana".

L'allenatore del club tiburtino lascia trasparire un certo disappunto per quel che riguarda la ripartenza per il solo campionato di Eccellenza e per il format scelto per concludere la stagione: "Le strade potevano essere differenti. Vista la situazione ci poteva stare anche una interruzione permanente. Gli altri non sono figli di un calcio minore (Promozione e le varie Categorie). Questa modalità è talmente atipica che secondo me è stata decisa solo per traghettare il campionato verso la fine, nell'attesa che la pandemia finisca. Chi partecipa a questo torneo è ovvio che lo fa seriamente, ma non è un campionato veritiero. Non ci sono retrocessioni: la competizione, che è il sale di uno sport agonistico come questo, viene meno. L'unica spinta è certamente per le squadre che vogliono raggiungere la promozione in Serie D".

Mister Leone chiarisce quale dovrà essere l'approccio e la visione della squadra per queste 10 partite: "Bisogna prendere questo torneo come una sorta di preparazione alla prossima stagione perché quest'anno abbiamo potuto vedere veramente poco, quindi non so dire quale sarà il nostro percorso da qui alla fine".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE