Cerca

Dopo gara

Russo sgrida il Paliano: "Passo indietro, mancata intelligenza e lucidità"

Il tecnico biancorosso fa il punto sulla prestazione contro il Casal Barriera

19 Aprile 2021

Russo

Il tecnico del Città di Paliano, Francesco Russo (Foto ©De Cesaris)

E’ un Francesco Russo visibilmente deluso e amareggiato quello che si presenta nella sala stampa del Tintisona, a pochi minuti dalla fine della gara che ha visto il suo Paliano perdere 3-1 in casa con il Casal Barriera.

Mister, qual è la sua analisi della gara?

"Non sono contento del risultato e del gioco espresso" - ha esordito - "Credo che abbiamo fatto un passo indietro rispetto alla prestazione di domenica. I ragazzi sono entrati in campo probabilmente o troppo contratti o, spero di no, poco concentrati. Abbiamo preso un gol a freddo che ci ha tagliato le gambe, anche se poi abbiamo raggiunto il pari con una bella manovra. Purtroppo, su un errore individuale, abbiamo subito il raddoppio e non siamo riusciti a riprendere il pari, giocando poco lucidi e poco nervosi. Siamo stati troppo nervosi e poco lucidi. Abbiamo giocatori esperti che in alcuni momenti dovrebbero far meglio. Nella ripresa abbiamo tenuto il pallino del gioco e siamo stati volenterosi e grintosi, ma abbiamo commesso anche molte scelte errate negli ultimi trenta metri. Già al quinto sembrava fossimo all’arrembaggio invece che provare a giocare con intelligenza e lucidità".

Di sicuro il Casal Barriera non è un avversario facile da affrontare mister, è d’accordo?

"Sono senza dubbio una squadra tosta e ben allenata" - ha risposto - "Hanno molti giovani bravi e buone individualità, si sono difesi bene e hanno fatto belle ripartenze che ci hanno creato qualche problema".

Oggi (ieri ndr) mister ha provato la difesa a quattro, novità rispetto alle vostre ultime apparizioni: come mai questa scelta?

"La difesa a quattro nasce da alcune assenze in difesa e dalla volontà di provare a sorprendere i nostri avversari, anche se poi i piani sono saltati avendo preso una rete subito. Avevo anche optato per lasciare in panchina capitan Fazi, non al top, per giocarmi una carta nella ripresa, preferendogli un giovane, ma non è andata come speravo. Dobbiamo ripartire dai nostri errori e lavorarci su per far meglio nelle prossime gare".

In bocca al lupo mister e buon campionato.

"Crepi il lupo, la ringrazio".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE